Anteprime

Logan Lucky: Recensione del film di Steven Soderbergh – Anteprima dalla Festa del Cinema di Roma

Logan Lucky

Titolo: Logan Lucky

Genere: commedia

Anno: 2017

Regia: Steven Soderbergh

Sceneggiatura: Rebecca Blunt

Cast principale: Channing Tatum, Adam Driver, Riley Keough, Daniel Craig, Seth MacFarlane, Katie Holmes, Hilary Swank, Katherine Waterston e Sebastian Stan.

Logan Lucy segna il ritorno, dopo una pausa di 4 anni dal cinema, di Steven Soderbergh. In questo lasso di tempo, il regista americano non è stato certo con le mani in mano, ma si è dedicato alla TV, ottenendo anche importanti riconoscimenti. Il suo ultimo lungometraggio è stato Side effects nel 2013, e ha girato per la TV Behind the Candelabra e due stagioni del dramma di Cinemax The Knick. Esperimenti televisivi che gli hanno fatto valere delle nomination e degli Emmy.

Steven Soderbergh e la sua comfort zone

Soderbergh sceglie di tornare mentendosi ben saldo all’interno della sua comfort zone; logan lucy, infatti, è una declinazione del tema “rapina in banca” già sviscerata e vista in Ocean’s Eleven,-remake di Colpo grosso del 1960  – dello stesso regista. Più di una volta, durante la visione di Logan lucy, ci si ricorda del film del 2001 con George Clooney.

LEGGI ANCHE: Freak show: la recensione del film di Trudie Styler con Alex Lawther – Anteprima dalla Festa del Cinema di Roma

Soderbergh dimostra però un’evoluzione rispetto al passato, in Logan Lucky non si cerca di diventare ricchi a tutti i costi, ma di sbarcare il lunario di uscire dal pantano della provincia e della disoccupazione. I due fratelli protagonisti non sono altro che il risultato delle scelte politiche ed economiche dei nostri tempi. Jimmy (Channing Tatum), infatti, viene licenziato in tronco dalla miniera di carbone dove lavorava a causa di un problema al ginocchio che non aveva denunciato durate l’assunzione, mentre il fratello Clyde Logan (Adam Driver) è un reduce di guerra che ha perso l’uso della mano. I due fratelli hanno bisogno di un po’ di fortuna nella vita, visto che fino ad oggi è stata la sfortuna a vincere. Insieme alla sorella più piccola – interpretata da una bravissima Riley Keough, che noi telefilm maniaci abbiamo conosciuto nella prima stagione di The Girlfriend Experience – si organizzano per mettere a segno una rapina alla Charlotte Motor Speedway, durante la leggendaria gara di auto Coca-Cola 600. Per mettere in moto e attuare l’ambizioso piano ricorrono all’aiuto dell’esperto in esplosioni Joe Bang a cui presta il volto un ossigenato Daniel Craig che si diverte molte in questo ruolo inedito.

LEGGI ANCHE: The Knick: Recensione serie

Intrattenimento e divertimento

In Logan lucky il dramma umano viene mascherato da un tono comico che alleggerisce e rende la pellicola un buon intrattenimento, si ride di gusto in più di una scena – il siparietto su Game of Thrones e George RR Martin è davvero esilarante –  Il tono è leggero, il ritmo non manca le battute sono intelligenti e simpatiche, insomma Logan Lucky funziona molto bene. Il sud che fa da cornice con i concorsi di bellezza delle bambine con il solo goal di essere magre e belle, l’eccesso, la chiusura mentale e la disoccupazione dilagante è ben raccontato e fotografato con comicità e dona alla pellicola quell’elemento di veridicità e umanità. Consigliato!

Comments
To Top