Cinema

Inception e il mondo dei sogni: Christopher Nolan parla del film con Leonardo DiCaprio

inception
Warner Bros.

Scritto, prodotto e diretto da Christopher Nolan, Inception resta uno dei film più memorabili della carriera del regista.

Ora al cinema con Dunkirk, Christopher Nolan non si è mai sottratto alle sfide. Anche quando si tratta di un film dal grandissimo impatto visivo e dalla complessa tecnica di realizzazione come poteva essere Inception. Vincitore di quattro premi Oscar e, in totale, di ben 94 awards in varie premiazioni, su un totale di 205, la pellicola è stata inoltre una produzione costosa, rischiosa. Eccezionale. 

A fronte di un budget di 160 milioni di dollari, Inception ha incassato più di 825 milioni di dollari in tutto il mondo. Un risultato che ha il profumo di successo ma, più di ogni cosa, di record. 

“Un dispositivo in cui i sogni diventano i protagonisti del film”

leonardo di caprio

Credits: Warner Bros.

I sogni mi hanno appassionato fin da quando sono bambino. – ha detto Christopher Nolan – Era da tempo che volevo fare un film a riguardo. Stavo pensando ad un film horror, all’inizio, ma alla fine il progetto che si è sviluppato è stato diverso. Cercavo un dispositivo con cui i sogni potessero diventare protagonisti del film. Volevo che qualcuno potesse invadere lo spazio dei sogni altrui e rubare delle idee altrui: il tutto sembrava incredibilmente affascinante!”. L’idea ha iniziato a vorticare nella sua testa negli anni 2000, poco dopo che aveva finito di girare Insomnia e molto prima della trilogia di Batman.

Produttrice del film è stata anche la moglie del regista, Emma Thomas. Quando ho letto il copione per la prima volta ho pensato: ommidio, chi farebbe mai una cosa del genere? Ci abbiamo pensato per tanti anni e non è mai successo. Poi, dopo Il Cavaliere Oscuro, Chris ha finalmente scritto il copione ed eravamo pronti. Sono davvero felice di averci potuto lavorare, dopo essere stata coinvolta nella trilogia di Batman e The Prestige. Eravamo ad un punto in cui avevamo acquisito tanta esperienza in merito di cinematografia ed eravamo pronti.”

LEGGI ANCHE: Christopher Nolan: Le 10 migliori citazioni tratte dai suoi film e cortometraggi

Invece che affidarsi unicamente agli effetti speciali, Nolan ha invece pensato di costruire grandiosi set in tutto il mondo. Prima un’enorme sala rotante in Calgary, Alberta, e poi anche una fortezza multilivello sulla cima di una montagna, aspettando che una tempesta arrivasse per fare le riprese. Una tempesta che, naturalmente, è poi arrivata. Una scena fondamentale è stata inoltre girata all’università di architettura dell’Università College London, in cui Nolan e sua moglie si sono conosciuti. 

Tanto mistero e una colonna sonora stellare per Inception

inception marion cotillard

Credits: Warner Bros.

La straordinaria capacità di Inception è stata senz’altro quella di stregare un pubblico che era, a grandi linee, ignaro del suo contenuto. Cast e regista, infatti, avevano tenuto sotto segreto quasi interamente il contenuto del film, lasciando alla Worner Bros. il difficile compito di fare del marketing con un prodotto di cui si conosceva poco o niente. “Non ritengo che si sia trattato di segretezza quanto di qualcosa di appropriato. Invitiamo un pubblico a venire a vedere qualcosa bsandoci soltanto su delle immagini e dei piccolo scorsi di trama e del contorno. Ma non vogliamo rivelare tutto e subito, che è qualcosa che capita troppo spesso nei film odierni. Credo che sia stato un buon compromesso quello che hanno fatto quelli della Warner Bros.”

Fondamentale per la buona riuscita della pellicola è stata anche la colonna sonora, firmata dallo straordinario Hans Zimmer. Quando gli è stato chiesto del processo compositivo, se avvicinarsi ai personaggi e alla trama sia fondamentale, Zimmer ha raccontato di aver composto Time prima ancora che il cast fosse stato definito. Tutto era ancora semplicemente nella testa di Christopher Nolan e lui aveva lasciato carta bianca a Zimmer (poteva essere altrimenti?!) e gli aveva concesso di sbizzarrirsi con la fantasia per questa colonna sonora. “Mi ha fatto scrivere l’intera colonna sonora basandosi su come mi sentivo riguardo ai personaggi e alla storia. Gli mandavo queste lunghe melodie e pezzi di musica. Quando ha ritenuto che fossero sufficienti per riempire il suo film, mi ha mostrato la pellicola. Da lì ho potuto iniziare a limare quello che non andava.”

LEGGI ANCHE: Tutte le cose che (ancora) non sapevate di Titanic con Leonardo DiCaprio e Kate Winslet

Peccato che a “non andare” non ci fosse nulla. Time di Hans Zimmer è la prima delle sue colonne sonore più ascoltate su Spotify con più di 71 milioni di ascolti. Su YouTube è invece arrivata a 77 milioni di visualizzazioni. 

Un cast con i fiocchi e la scena di lotta in assenza di gravità

inception fighting scene

Credits: Warner Bros.

Il progetto ha visto nel cast Leonardo DiCaprio, Ellen Page, Tom Hardy, Joseph Gordon-Levitt, Cillian Murphy e Marion Cotillard. Leonardo DiCaprio era stato avvicinato da Nolan per diverse idee di film ma solo il mondo meraviglioso dei sogni l’ha convinto a collaborare finalmente con il regista. La sequenza più memorabile di tutto il film, tuttavia, resta quella della battaglia in assenza di gravità con Joseph Gordon-Levitt – che aveva già lavorato con Nolan per la trilogia del Cavaliere Oscuro.

Lascerò a Joe raccontarvi le parti peggiori di quella scena, davvero, ma quello che forse la gente non sa è questo. Avevamo sul set una controfigura per Joe che era la sua copia esatta con il trucco. E questo ragazzo è stato lì per tre settimane a non fare assolutamente nulla perchè Joe ha insistito a fare assolutamente tutto da solo. tranne, come mi è spesso ricordato, un’unica inquadratura. Quell’inquadratura che appunto ha fatto la controfigura. Il resto è stato tutto lui ed ha fatto un lavoro davvero eccezionale. Con queste cose bizzarre e questi strumenti di tortura.”

Inception è oggi una delle pellicole più interessanti degli ultimi dieci anni, una delle migliori di Christopher Nolan. Un film che non ti stanchi mai di rivedere e che continua ad essere “mindblowing” anche dopo sette anni. Con un finale, soprattutto, che non cesserà mai di creare spunti di discussione e ipotesi. 

Fonti: artistdirect.com, telegraph.com

Comments
To Top