0Altre serie tv

The Mindy Project: i 5 buoni motivi per recuperare la serie tv

the-mindy-projectAvete avuto il tempo di riprendervi dal finale di Game of Thrones e ora siete in crisi di astinenza da serie tv? Avete ormai visto anche tutti gli episodi del vostro show preferito doppiati in italiano, giusto per il gusto di rivederli e fingere che non siano finiti? Vi sentite vuoti dentro al punto tale da segnare sul calendario quanti giorni manchino alla seconda stagione di Under The Dome (4 per l’esattezza)? Se a tutti questi interrogativi la risposta che date è : “Si!” allora siete capitati a leggere il post giusto. In questa rubrica di oggi ci occupiamo di serie tv che vi consigliamo da recuperare, e visto che siamo ufficialmente in estate e il caldo ci fa sciogliere sullo schermo del pc, cosa c’è di meglio di una bella comedy leggera e fresca per tappare il vuoto lasciato dai nostri telefilm preferiti.

La serie che vi consigliamo di recuperare è The Mindy Project ed ora vediamo in cinque punti perché:

Mindy Kaling: é lei la mente dietro l’intero show non che l’attrice principale, a lei va il merito di aver ideato e scritto ogni episodio e caratterizzato ogni singolo personaggio. L’avevamo già conosciuta in The Office, a cui aveva partecipato anche come sceneggiatrice, ma dopo dieci anni di gavetta, si è buttata in un progetto tutto suo e non c’è che dire, ha fatto proprio bene. La Kaling è riuscita a creare una comedy corale, dove non è sempre il suo personaggio al centro della scena, ma ogni singolo protagonista riveste un ruolo fondamentale nella creazione della battuta o del momento divertente, quindi brava e generosa, ma soprattutto intelligente.

In ufficio: TMP è una comedy che non ha una ambientazione nuova, perché molte delle scene si svolgono in ufficio o in ospedale, ma in questo caso la sapiente penna dell’autrice riesce a prendere le situazioni di The Office e tingerle di una tonalità più glamour e fresca, lasciando da parte il clima a volte surreale del suo precedente show, per rendere le dinamiche tra colleghi più vicine alla realtà. Ma non mancano le battute che vi faranno ridere perché totalmente idiote, come quelle dell’infermiere Morgan o alcuni episodi dedicati alle dinamiche proprie del posto di lavoro. Ma questa serie si contraddistingue per il modo in cui vengono esposte, potremmo parlare di commedia con un pizzico di vita vera.

Nella cultura Pop: quello che a nostro parere fa di questo telefilm un prodotto nuovo e che può rinfrescare voi dal caldo torrido è la presenza di continui riferimenti alla cultura pop internazionale. La Kaling stratifica numerosi strati di ironia, che vanno da quella più terra terra a quella intelligente che si serve dei fatti del mondo, rimescolandoli e rivisitandoli in salsa comedy. Possiamo trovare battute su Katy Perry o su Papa Francesco, da quelle sul razzismo al problema dell’obesità per finire con Katie Holmes. Insomma è presente una attenzione per ogni cosa che accade e per quella che è l’opinione della gente “in strada” e che fanno di The Mindy Project un prodotto sempre sulla cresta dell’onda.

Danny e Mindy: sono  i nuovi Harry e Sally moderni, che ritornano a farci scoprire New York e a spiegarci cosa significhi amore e dove finisca l’amicizia. Il personaggio di Danny Castellano è simile in molti aspetti a quello interpretato da Billy Cristall è scontroso è cinico, ma sempre presente, ha perso la fiducia nel genere femminile e proprio come Harry non capisce fino all’ultimo l’importanza della persona che gli sta a fianco. L’episodio con cui si conclude la seconda stagione, che porta proprio il titolo “Danny e Mindy”, è il migliore in due anni di show perché potrebbe essere visto da chi la serie non l’ha mai seguita e riuscirebbe a far ridere ed emozionare, la showrunner ha creato una bella coppia per cui tifare e sperare sempre.

Yes She Can!: l’ultimo punto per cui vale la pena di recuperare questa serie tv lo dedico a tutte le donne che sono nostre lettrici, sebbene TMP non sia un prodotto che si rivolge a un genere specifico,  Mindy è la sommatoria di tutte le donne del mondo: è ironica e auto ironica, è insicura ma determinata, ha fatto carriera ma ogni tanto vorrebbe avere un uomo vero vicino a lei, le è stato spezzato il cuore numerose volte ed è stata delusa da tutti anche dal suo migliore amico, è curvy e le va bene così eccetto quando deve mettersi in costume. Non è la zoticona fortunella stile Bridget Jones, ma un personaggio che ha sofferto ma è in piedi e alla fine l’happy ending forse è arrivato anche per lei.

Se avete tempo, recuperate questa comedy perché vi conquisterà il cuore e non riuscirete più a fare a meno di un po’ di Mindy nella vostra vita.

Good Luck!

Comments
To Top