House of Cards

House of Cards: Robin Wright parla del suo rapporto con Kevin Spacey

Robin Wright Kevin Spacey House of Cards

Robin Wright è la nuova star di House of Cards. Lo era già, ovviamente, e non stiamo dicendo nulla di nuovo. Semplicemente, dopo la bufera che sul finire dello scorso anno ha travolto il suo collega Kevin Spacey (che è stato licenziato dopo le accuse di molestie sessuali) la Wright è la rimasta sola nel portare avanti la serie nella sua stagione finale.
Sebbene non si abbia una data ufficiale della sesta stagione, non può mancare molto alla messa in streaming dei nuovi episodi, dato che la produzione è partita lo scorso Ottobre.

Robin Wright: ‘Non conosco Kevin Spacey fuori dal set’

Robin Wright, che nella serie interpreta Claire Underwood, moglie dell’ex presidente Frank Underwood (il personaggio di Spacey, appunto) si è espressa pubblicamente per la prima volta  dopo lo scandalo sul suo ex-collega di set dicendosi sorpresa e molto triste nell’apprendere la notizia, come riportato da Indiewire. Alla domanda se fosse stato giusto licenziare subito Kevin Spacey si è espressa in questi termini:

Non so dirlo con certezza. Ma credo che, a quel tempo, lo shock è stato così intenso per tutta la nazione per molte ragioni, molte storie e molte persone. Tutti quanti hanno pensato che fosse rispettoso farsi da parte‘. L’attrice ha poi parlato del suo rapporto con Spacey, dichiarando di aver mantenuto un rapporto puramente professionale e limitato al set della serie tv targata Netflix e di non conoscerlo all’infuori di questo mondo: ‘È sempre stato gentile con me, mi ha sempre rispettato. Questa è stata la mia esperienza personale, mi sento di aver il diritto di dirlo. Non conoscevo l’uomo, ma soltanto l’incredibile attore che è. Eravamo colleghi e nient’altro fuori dallo spazio di lavoro.’

LEGGI ANCHE: La recensione della quinta stagione di House of Cards

Insomma, nessuna parola sull’atmosfera del set che invece, a detta di molti, era terribile. Sicuramente dietro questa intervista, c’è molta politica. Proprio come quella del suo personaggio Claire.

Comments
To Top