Celebrità

Hard Sun: il parere di Neil Cross sui drama apocalittici

Hard Sun
Galleria

Hard Sun è il nuovo crime drama pre-apocalittico di BBC e Hulu sviluppato da Neil Cross. La serie segue le vicende di Renko ed Hicks, due detective che non vanno d’accordo tra loro, ma che sono obbligati a lavorare insieme, soprattutto da quando condividono un grande segreto: il mondo finirà tra 5 anni, verità che il governo cerca in tutti i modi di insabbiare. Come risponderanno i due protagonisti a questa spiazzante scoperta? E se liberi cittadini scoprissero la cosa come reagirebbero e che scelte prenderebbero?

LEGGI ANCHE: un pilot solido e senza sbavature – Recensione

Sembra voler rispondere a queste domande Hard Sun, oltre a mostrarci le vite private di Elaine Renko (Agyness Deyn) e Charlie Hicks (Jim Sturgess) e gli intrighi in cui sono coinvolti. Creatore della serie è Neil Cross già a capo di Luther, che negli ultimi giorni ha detto la sua ai TCA sui dramma apocalittici come The Walking Dead e sul motivo per il quale siano così accattivanti per il pubblico.

Penso che tutti i drammi apocalittici siano essenzialmente rassicuranti, non si tratta davvero di distruzione. Assumiamo sempre che siamo noi a sopravvivere e queste storie sono più trasformazionali che distruttive. Queste storie ci offrono un’opportunità per immaginare noi stessi spogliati delle responsabilità quotidiane; ci permettono di immaginare il nostro io essenziale e che affrontando queste enormità ci ritroveremo coraggiosi e capaci.”

Poi, in un riferimento diretto a The Walking Dead, aggiunge: “Siamo Rick, non siamo gli zombi”.

Neil Cross ha inoltre discusso l’attuale rilevanza dell’argomento trattato in Hard Sun: “C’è un senso più ampio perchè sembra che viviamo in un mondo pre-apocalittico in generale. Non abbiamo davvero idea di dove saremo o di come sarà il mondo tra un decennio”.

Neil Cross

Neil Cross showrunner di Luther e Hard Sun

Un altro modo in cui Hard Sun riflette gli attuali cambiamenti sociali è nella sua parità di genere. I detective sono in condizioni di parità e non sono presenti tratti tipici di ciò che dovrebbero o non dovrebbero fare o essere.

Agyness Deyn ha dichiarato:

La cosa che ho amato subito della sceneggiatura di Hard Sun è che puoi portare fuori dal tavolo qualsiasi coinvolgimento romantico di qualsiasi tipo ed è stato davvero divertente essere in grado di giocare solo con una relazione umano-a-umano. Diventa un genere senza genere”.

Deyn ha oltretutto fatto la scelta di ridimensionare il suo aspetto.

“Volevo che Renko si sentisse molto essenziale nella mente e nei movimenti”, ha detto. “Volevo che lei fosse in grado di provare qualsiasi cosa e di essere in grado di farlo, volevo togliere tutto ciò che poteva sembrare complicato. Così, se lei ha i capelli molto corti, ciò la rende senza tempo. Viene alla mente l’immagine di Giovanna d’Arco. Non si tratta dell’aspetto, ma della persona.”

LEGGI ANCHE: crime drama BBC ambientato 5 anni prima della fine del mondo

Per quanto riguarda il futuro dello show, NeilCross non prevede di seguire la storia oltre l’evento apocalittico:

“Lo spettacolo è stato ispirato da una canzone intitolata Five Years di David Bowie, quindi ho una specie di piano quinquennale per dove sarebbe andata la serie. In questo spettacolo, non ci sarà nulla dopo l’apocalisse, a meno che non ci venga offerta una sesta stagione.”

E noi intanto, nell’attesa di scoprire cosa succederà da qui a cinque anni, ci gustiamo questa prima stagione di Hard Sun.

Fonte: Deadline

Comments
To Top