Grey's Anatomy

Grey’s Anatomy: Recensione dell’episodio 13.11 – Jukebox Hero

Greys Anatomy

Dopo un ritorno di Grey’s Anatomy che aveva mostrato la versione di Litchfield secondo mamma Shonda, questa settimana siamo di nuovo di casa al buon vecchio Grey Sloan. Cosa possiamo dire se non che i nostri dottori pazzerelli ci erano mancati un sacco? 

Effettivamente la puntata è stata parecchio movimentata. Dopo aver saputo del destino di Karev, era inevitabile aspettarsi una Meredith in piena modalità Best friend forevah a caccia del suo compagno di merende. La vediamo all’inizio tormentare la Pierce (che poi cara Maggie hai le mani da chirurgo e poi mi sbagli di premere le lettere sulla tastiera del pc?), in seguito fare file interminabili di carcere in carcere per trovare infine Alex proprio nel suo letto. Ma lasciare un messaggio Alex, un piccolo vocale su Whatsapp come i teenagers, ti era così difficile? E soprattutto nel letto di Meredith dovevi andare a dormire? Voi continuate pure a negare assieme a Shonda ma la ship è chiara e forte. 

Come sempre, da un lato la signora Rhimes dà gioie mentre dall’altro le toglie. Se Meredith festeggia il ritrovamento dell’amico, il povero Owen è al telefono con la Sciarelli per capire che fine abbia fatto sua moglie. Amelia è infatti ancora M.I.A. dopo il suo break-down nel mid-season finale. Ma state tranquilli, non è sfatta di ossicodone sotto un ponte, è solo a rifornirsi di fermenti lattici dalla povera Edwards. Dolce Amelia, Owen è dal matrimonio con Cristina che non ha un piccolo momento di pace. L’abbiamo capito che sei molto problematica e scoppiettante come una “bomba di Maradona” a Capodanno, però non ce la facciamo più a vedere il nostro rosso in quelle condizioni disperate. Chiama la Federica su Rai Tre e fatti riportare a casa per la cortesia. Te la faccio io la ricarica telefonica, se è quello il problema.

Greys Anatomy

Ora allontaniamoci dai problemi di cuore per andare a vedere come se la passa il caro Webber al fronte. Forse delle storyline attuali la più solida è lo scontro tra lui e la dott.ssa Minnick. Effettivamente il segreto del successo di Grey’s Anatomy è sempre stato la coralità. Sono infatti le interazioni tra i dottori a regalare i migliori momenti e non è un caso che la “guerra dell’insegnamento” stia tenendo così viva l’attenzione di tutti. In questa puntata vediamo Webber giocare sporco per contrastare le idee della Minnick. Seppur inizialmente questa scelta sembri poco in linea con la personalità di Richard, vederlo tirare fuori gli artigli in modo subdolo contro un avversario granitico ha permesso di dare nuova luce a un personaggio ormai stanco.

Dura capire chi l’avrà vinta in questo scontro, ma è chiaro a tutti come la soluzione stia nel mezzo. Ci sono operazioni che non possono essere assegnate a specializzandi inesperti (vedi il volto del giocatore di Football) solo per il gusto di insegnare, ma allo stesso tempo capitano occasioni che scelgono i singoli per metterli alla prova dalla quale è impossibile sottrarsi (e qui stiamo parlando della Murphy). Quante puntate ci vorrà per capire questo? Solo Shonda lo sa, noi intanto ci godiamo il catfight.

Greys Anatomy

Menzione doverosa anche al caso della settimana. Malgrado il prevedibile incidente d’auto del tassista e della donna incinta (ormai le riprese in macchina servono solo come veicolo per introdurre le tragedie, l’hanno capito anche gli aghi dei pini), quello che ne è seguito è servito a coinvolgere dei dottori che non vedevamo protagonisti da un po’, regalando dei momenti drammatici da manuale. Riuscito anche il personaggio del tassista, che pur senza un senso di chiusura personale ha lasciato l’ospedale con un finale giusto e non scontato.

Al termine di questa odissea ospedaliera possiamo dire che Grey’s Anatomy dà ufficialmente il benvenuto al 2017. Dopo un rientro intenso, ma dal sapore di spin-off che aveva lasciato sospese le vicende principali, il Medical Drama più amato d’America (sono in pochi ormai) torna con le sue disavventure e piccole tragedie che ci fanno compagnia nei nostri stanchi venerdì. Sarà che ormai guardare Grey’s è diventata un’abitudine, ma ancora non riusciamo a immaginare la nostra vita senza. Vi sfido a dire il contrario.

Per restare sempre aggiornati su Grey’s Antomy, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Grey’s Anatomy ItaliaThank God is Tursday – SHONDALANDPrendi me, scegli me, ama me, Shondaland Italy. E non dimenticate di di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

Comments
To Top