Celebrità

Glee: 10 motivi per amare Chris Colfer

Il 27 Maggio è stato un giorno speciale per Chris Colfer, che ha compiuto 23 anni. Arriviamo un pò in ritardo, ma vorremmo comunque celebrarlo elencando 10 ragioni che portano questo ragazzo ad essere amatissimo dai fan (ME COMPRESA!!) e apprezzato anche dai colleghi e dalle persone che lavorano in quell’ambiente.

10. Single Ladies– L’esibizione di Chris, nei panni di Kurt Hummel, sulle note della famosa canzone di Beyoncè, è amatissima dai fan di Glee e si è trasformata da uno dei momenti più divertenti della serie a uno dei momenti preferiti del tour, con un Colfer trasformatosi in ballerino provetto. Di sicuro sa come muovere il bacino!!!

9. Le interviste– E’ incredibile come ogni volta che Chris Colfer sia intervistato o ospite in un talk show regali sempre qualche spuntoChris+Colfer+Icon+Magazine+Winter+Issue+6 su cui riflettere o su cui ridere. Personalmente tra le tante, ho sempre pensato che la più significativa fosse la prima con Piers Morgan, in cui per la prima volta, forse, non ha scherzato su quanto abbia sofferto durante la sua infanzia e la sua adolescenza a causa dei bulli. Credo che sia uscito fuori, in quell’intervista, tutto il dolore che ha provato e quanto quel dolore lo abbia fortificato.

8. L’imbarazzo per la sua voce– Il fatto che, dopo tutto il successo ottenuto vestendo i panni di Kurt e cantando in una serie televisiva e in un tour, non riesca, ancora, a non farsi complessi, a cantare in pubblico senza morire di paura, lo rende reale, dimostra a tutti quanto sia rimasto un ragazzo semplice e quanto le esperienza, brutte, segnino. Vorrei tanto che capisse che chiunque lo abbia fatto sentire a disagio per la sua voce è un imbecille, perché anche se non è un cantante e non si reputa tale, ogni volta che canta in Glee, arriva al cuore di chi lo ascolta.

7. La PUBERTA’– Era un cucciolo quando ha iniziato Glee, un ragazzo tenero, dalle guance e dal naso rossi, che non avrebbe sfigurato in Willy Wonka e la Fabbrica di Cioccolato, ma proprio per questo abbiamo avuto il privilegio di vederlo crescere sotto i nostri occhi e oggi è un uomo e che uomo!

6. E’ uno di noi!– Una delle scoperte più belle nella conoscenza di Chri Colfer, attraverso il suo lavoro e le sue interviste, è stata quella di scoprire che pur essendo nel cast, in realtà potrebbe tranquillamente essere un membro onorario del fandom di Glee. Adora Harry Potter, i supereroi, Star Wars, ha uno zaino di Chewbecca, ama le tartarughe ninja ed è lui stesso un ninja, con i suoi sai… Non prova nemmeno a fare il ‘figo’ e fa bene perché la sua versione originale è decisamente perfetta.

tumblr_lue738iSMP1qf9d9no1_5005. Klaine– Questa non è una ragione che lo riguarda in prima persona, dato che Kurt e Blaine e la loro relazione fanno parte di Glee, ma siamo sicuri che avrebbero avuto tanto successo con degli attori diversi? Una buona parte del successo della Klaine, a mio parere, è dovuto soprattutto alla chimica straordinaria che, sin da subito, si è creata tra Chris Colfer e Darren Criss. E’ come se fossero perfetti, giusti. Il modo in cui riescono a recitare l’uno con l’atro nella parte dei rispettivi personaggi è un qualcosa di incredibile, basta guardare i loro occhi. E’ stata proprio questa chimica che ha permesso a scene come quella del primo bacio o la prima volta di avere un tale peso anche e soprattutto nella lotto per i diritti della comunità LGTB.

4. Il discorso al ritiro del Golden Globe– Un momento epico secondo me. E’ stato il momento in cui non solo il suo talento è stato riconosciuto, ma è stato il momento in cui è parso evidente gli occhi di tutti che quel ragazzino dalla faccia d’angelo, avrebbe fatto molto di più di quanto il suo lavoro richieda. Nonostante lo shock del primo premio importante, a soli 20 anni, si è alzato e ha messo la sua voce e la sua faccia per celebrare tutti i ragazzini vittima di bullismo e non solo.

3. Il suo enorme talento– E’ solo al terzo posto, ma potrebbe tranquillamente essere un ex equo. Il suo talento, da dove cominciare?! Delle sue straordinarie doti da attore ne abbiamo parlato e ne parleremo. Ma questo ragazzo a soli 23 anni ha scritto la sceneggiatura di un film, Struck By Lightning, in cui ha recitato il ruolo del protagonista, un film in cui ha dimostrato una grande capacità di descrivere la realtà, di saper affrontare con ironia i problemi, ma mantenere la dovuta serietà, arrivando al cuore di chi guarda; ha scritto ben due libri della serie “The Land of Stories”, di cui è in uscita nei prossimi mesi, con i quali ha regalato una meravigliosa storia per grandi e piccini, dimostrando ancora una volta una maturità ed un’intelligenza che vanno al di là della sua età,tumblr_m3yutnH9Ul1qgummfo1_1280 ha scritto la sceneggiatura di un altro film, ambientato in un manicomio, per un genere completamente diverso rispetto a quelli affrontati in precedenza.

2. Kurt Hummel– Anche in questo caso può sembrare strano inserire il suo personaggio tra le ragioni per amare Chri Colfer, ma senza la sua straordinaria interpretazione, Kurt non sarebbe diventato quello che è: un personaggio simbolo, un personaggio che probabilmente farà la storia, e che a mio parere merita di essere ricordato come il miglior personaggio gay della storia della televisione, non solo americana. Gli autori hanno saputo portare sullo schermo un personaggio epico, ma il modo in cui Chris Colfer lo ha interpretato, portantosi con sè la sua personale esperienza di vita, ha permesso a Kurt Hummel di scrivere la storia.

1. Chris Colfer– Perché amarlo? Perché non si può non farlo. Questo ragazzo in questi anni ha conquistato tutti ed è diventato un idolo, un modello per milioni di ragazzi. E’ stato messo in una posizione difficile, rappresentare una causa, anzi due, tra loro collegate (bullismo e omofobia), ma lui ha deciso di non tirarsi indietro, ha deciso di essere se stesso e accettare la responsabilità che gli era stata affidata. Non ha paura di dire la sua, di metterci la faccia, non ha paura di dare un senso al dolore provato, per aiutare chi quel dolore lo prova ora. Questo gli è valso un posto tra le 100 persone più influenti per Time Magazine. Lui scherza dicendo: “Non hanno mai detto se era buona o cattiva”, ma caro Chris non c’è nemmeno da chiederselo.. Solo Grazie!

E’ stata un’impresa tirare fuori solo 10 ragioni, ma queste sono le mie, sentitevi liberi di dire le vostre…

Comments
To Top