Attori, Registi, ecc.

Game of Thrones: John Boyega accusa lo show di mancanza di diversità razziale

John Boyega

“Non ci sono personaggi di colore” ha detto l’attore, riferendosi alla popolare serie fantasy Game of Thrones, la cui settima stagione è in corso.

Sembra che non siano stati giorni facili per David Benioff e D.B. Weiss. Dopo le accuse di razzismo per il nuovo progetto si cui i due creatori di Game of Thrones stanno lavorando, una serie dal titolo Confederate, arriva anche questa stoccata dall’attore John Boyega.

Boyega è diventato noto al grandissimo pubblico dopo aver interpretato il ruolo dello Storm Trooper Finn in Star Wars: Il Risveglio della Forza. L’attore non ha certo girato intorno al problema delle disparità razziali all’interno dello show business, specialmente a Hollywood.

LEGGI ANCHE: John Boyega: le 10 cose che non sapete sull’attore di Star Wars

“Non ci sono persone di colore in Game of Thrones” ha detto Boyega, e ha continuato “Non vedi un solo personaggio dalla pelle nera nel Signore degli Anelli. Non mi va di pagare per vedere sempre lo stesso tipo di persone sullo schermo. Perché nella vita di tutti i giorni vedi persone diverse, con diversi background e diverse culture. Anche se sei razzista, è una cosa con cui devi convivere. La cosa può dar fastidio a qualcuno.”

Game of Thrones è sempre stato più o meno direttamente accusato di esaltare la violenza e di mancare, appunto, di diversità razziale. Le cose per Benioff e Weiss sono solo peggiorate con Confederate. In modo simile a The Man in The High Castle, Confederate si propone di esplorare un mondo distopico in cui sono stati Confederati a vincere la Guerra Civile americana e non l’Unione. Di conseguenza “la schiavitù rimane legale e si è evoluta in una istituzione moderna” come è stato dichiarato durante la press conference dell’HBO.

LEGGI ANCHE: Game of Thrones: Benioff e Weiss progettano il futuro dopo la serie

L’annuncio ha innescato una serie di dure critiche, relative ad alcune scelte come quella di avere due uomini bianchi chef anno “porno schiavista” all’interno della serie. Ira Madison III, scrittore per The Daily Beast, ha fatto eco alla critica di Boyega, dicendo che “Gli scrittori di uno show fantasy senza personaggi di colore non vedono l’ora di scrivere uno show fantasy dove i personaggi di colore sono … schiavi.”

Due personaggi non-bianchi in Game of Thrones sono entrati nella serie da schiavi per poi essere liberati da Daenerys Targaryen. Nathalie Emmanuel, che interpreta Missandei e Jacob Anderson, che interpreta Verme Grigio.

game of thrones

Boyega è sempre stato molto esplicito per quanto riguarda il bisogno di Hollywood di aprirsi alle diversità. “Persone di colore e donne compaiono sempre di più sullo schermo” aveva detto in un intervista l’anno scorso. “Non ha senso avere degli show ‘imbiancati’.”

Vedremo Boyega nel film di prossima uscita Detroit, nelle sale cinematografiche statunitensi dal 4 Agosto. E poi ovviamente in Star Wars: Gli Ultimi Jedi, in uscita il 13 Dicembre.

Comments
To Top