0Altre serie tv

El Chapo: la vera storia di Conrado Sol

el chapo

Da qualche settimana sul servizio di streaming on demand Netflix è disponibile la seconda stagione di El Chapo, la serie televisiva statunitense di Univision incentrata sulla vita del signore della droga messicano Joaquín “El Chapo” Guzmán.
La serie tv, divisa in tre stagioni, ha come obiettivo quello di raccontare la vita di Joaquín “El Chapo” Guzmán (interpretato da Marco de la O), dagli inizi nel lontano 1985 come membro di basso livello del cartello di Guadalajara sino alla sua ascesa al potere, dai numerosi arresti alla sua ultima caduta terminata con l’estradizione in America.

Leggi Anche: Marco de la O contattato da veri narcotrafficanti per il suo ruolo nella serie tv di Netflix

Sin dalla prima stagione della serie tv il telespettatore fa la conoscenza di Conrado Higuera Sol detto Don Sol, un personaggio alquanto sinistro agganciato al governo messicano e interpretato dall’attore Humberto Busto. Don Sol è sempre stato definito dalla crew come un personaggio di pura immaginazione volto ad incarnare la corruzione politica in Messico che ha permesso a persone del calibro di El Chapo di prosperare negli anni (fonte: TheGuardian.com). All’apparenza mite, senza pretese e preoccupato solo di servire umilmente il suo paese, Don Sol è in realtà attanagliato dall’ambizione di essere un giorno il presidente del suo paese. Per questo decide sin da subito di aiutare El Chapo dandogli moltissimi privilegi in carcere e facilitandolo poi nella fuga dalla prigione avvenuta nel 2001.

Ma chi è veramente Conrado Sol? E’ realmente esistito oppure questo personaggio è effettivamente di pura immaginazione come continua a sostenere la crew?

El Chapo - Don Sol

Leggi Anche: i 5 motivi per recuperare El Chapo, la serie tv di Netflix

Durante la prima stagione alcuni giornali sudamericani hanno ipotizzato che Conrado Sol fosse in realtà José María Córdoba Montoya, economista e politico di origine francese che ha ricoperto negli anni posizioni di rilievo nella pubblica amministrazione messicana durante la presidenza di Carlos Salinas de Gortari e che è stato anche membro del Partido Revolucionario Institucional. Successivamente la stampa ha associato Don Sol a Manlio Fabio Beltrones, un altro economista messicano membro del partito Partido Revolucionario Institucional (PRI) e deputato federale che nel 1994, quando era Governatore di Sonora, gli Stati Uniti indicarono come protettore del signore della droga Amado Carrillo Fuentes.

Ora a seguito della seconda stagione attualmente disponibile su Netflix e visti i nuovi fatti raccontati dallo show, dove Conrado Sol appare affiancare diversi politici tra i quali Ernesto Zedillo Ponce de León, Presidente del Messico dal 1994 al 2000, Vicente Fox Quesada, 55esimo presidente del Messico dal 2000 al 2006 e Felipe de Jesús Calderón Hinojosa, presidente dal 2006 al 2012, l’identità di questo personaggio viene affiancata a un altro esponente politico messicano. Stiamo parlando di Genaro Garcia Luna che ha lavorato con Ernesto Zedillo Ponce de León nel suo governo come coordinatore generale dell’Intelligence nella Policía Federal Preventiva, con Vicente Fox come fondatore e CEO di AFI e con Felipe de Jesús Calderón come Segretario per la Pubblica Sicurezza (fonte: LibertadBajoPalabra.com). Ovviamente sono pure congetture della stampa in quanto la crew non ha mai confermato la vera identità di Don Sol e le persone sopracitate hanno sempre dichiarato di non aver mai avuto alcun contatto o coinvolgimento di alcun tipo con El Chapo.

Quel che è certo ad oggi è che secondo la serie televisiva, in tutte le posizioni lavorative ricoperte, l’uomo che rappresenta Conrado Sol ha sempre aiutato El Chapo consolidandolo come il massimo leader del narcotraffico in Messico e nel mondo.

Nonostante non sia dato sapere se Don Sol è effettivamente un personaggio di pura immaginazione o al contrario un politico ancora in vita, bisogna ammettere che questo personaggio è un fulcro molto importante nella serie tv El Chapo e Humberto Busto lo ha rappresentato superbamente, in tutte le sue sfaccettature.

Comments
To Top