0Altre serie tv

Death Comes to Pemberley: Jenna Coleman dichiara ‘E’ stato liberatorio sfuggire da Doctor Who’

jennacoleman_death-comes-to-pemberleyJenna Coleman sta dominando i palinsesti televisivi inglesi di questo Natale grazie allo speciale di Doctor Who e alla miniserie Death Comes to Pemberley nella quale veste i panni di Lydia Wickham. Nei giorni scorsi vi abbiamo proposto immagini e trailer della nuova serie della BBC basata sull’omonimo bestseller scritto da P.D. James e pubblicato nel 2011, ora vi proponiamo alcuni estratti di un’intervista che Jenna Coleman ha rilasciato a radiotimes.com.

Jenna Coleman ha raccontato come le è sembrato il suo primo grande ruolo drammatico dopo l’esperienza di Doctor Who: “E ‘stato molto liberatorio. E’ un periodo completamente diverso e il primo giorno di riprese ho avuto modo di gridare a voce molto alta. Sono stata isterica per un bel po’ ma è stato molto divertente” ha confessato l’attrice ridendo. L’isteria è dovuta al fatto che è proprio il suo personaggio a urlare all’improvviso a casa di Darcy dopo essere fuggita dalla scena dell’omicidio che farà da sfondo a tutta la serie tv.

Relativamente al rapporto tra Lydia e Wickham, Jenna Coleman ha dichiarato “Ciò che è bello in questo script è che hanno i loro momenti di tenerezza. Non è un rapporto completamente disfunzionale, anche se Wickham, sono sicura, è alquanto stanco di Lydia e della sua isteria. Penso che lei sia infatuata di lui, tanto che Wickham non possa far nulla di male ai suoi occhi”.

Ricordiamo che a vestire i panni di Wickham è Matthew Goode che ha già recitato in passato insieme all’attrice in Dancing on the Edge.

Comments
To Top