10 cose che...

Brian J. Smith: 10 cose che non sapete su Will Gorski di Sense8

Brian J. Smith - Sense8

Sense8 ci ha fatto sognare sin dal suo esordio. Lo abbiamo adorato e così come noi moltissimi altri fan che, in giro per il mondo, hanno seguito le (dis)avventure e gli innamoramenti degli otto sconosciuti uniti improvvisamente da una connessione telepatica. Nomi Marks (interpretata da Jamie Clayton), Kala Dandekar (Tina Desai), Riley Blue (Tuppence Middleton), Wolfgang Bogdanow (Max Riemelt), Lito Rodriguez (Miguel Ángel Silvestre), Will Gorski (Brian J. Smith), Capheus Onyango (Aml Ameen e Toby Onwumere) e Sun Bak (Doona Bae) ci hanno mantenuti con il fiato sospeso sino alla series finale voluta con grande insistenza dai fan e disponibile da qualche giorno su Netflix.

Grazie al successo della serie TV, il cast ha ottenuto un’improvvisa visibilità in tutto il mondo, ma quando effettivamente sappiamo degli attori di Sense8? Dopo aver approfondito la vita professionale e privata di Jamie Clayton, Miguel Ángel Silvestre e del co-protagonista Alfonso Herrera, ecco giungere il moomento di Brian J. Smith!

Di seguito 10 curiosità su Brian J. Smith che in Sense8 ha vestito i panni del poliziotto di Chicago Will Gorski.

Brian J Smith - Sense8

Ha studiato alla Julliard.

Brian J. Smith ha frequentato una delle più prestigiose scuole d’arte americane: la Juilliard School Drama Division di New York. E’ proprio in questa scuola che l’attore si è laureato.

È stato a Broadway.

L’attore americano ha lavorato molto spesso anche sul palco, raggiungendo persino Broadway. Ha infatti interpretato il ruolo di Turk nella produzione di Broadway del 2008 Come Back, Little Sheba e ha recitato nel revival di Broadway del 2014 Glass Menagerie.

Thanks to @mattdoylephoto for this one — styling by @leonnemeos and grooming by @serafinosays

Un post condiviso da Brian Smith (@smithespis) in data:

Leggi Anche: 10 cose che non sapete su Jamie Clayton

Ha lavorato anche per il grande schermo.

Brian è noto ai fan per aver recitato nel film indipendente Hate Crime, nella serie tv Stargate Universe nel ruolo del tenente Matthew Scott, e nel videogioco post-apocalittico The Last of Us Part dove ha partecipato come doppiatore.

Ha ottenuto nomination importanti.

La sua bravura è stata notata anche dai critici del settore. Brian J. Smith è stato infatti premiato con importanti nomination, in particolare con un Tony Award come attore protagonista nel 2014 e un Olivier Award come attore non protagonista nel 2017.

E’ single.

Secondo quanto riportato dal sito WhosDatedWho.com, il giovane attore americano potrebbe essere single!

Soaking up some puppy time before leaving NYC for a bit. Gonna miss her! @thecavaliercassie

Un post condiviso da Brian Smith (@smithespis) in data:

E’ attivo sui social.

L’attore americano ama dialogare coni suoi fan attraverso internet. Su Instagram ha un profilo ufficiale dove pubblica scatti dai set o sulla sua vita privata ed è altrettanto attivo anche su Twitter.

Ha fatto parlare di sè al Gay Pride di San Paolo.

Durante la manifestazione brasiliana, Brian J. Smith ha baciato appassionatamente il collega Miguel Ángel Silvestre e Max Riemelt, con un inframezzo dedicato a Tuppence Middleton.

Leggi Anche: 10 cose che non sapete su Miguel Ángel Silvestre

E’ un’icona nel mondo LGBT.

Nel 2005 Brian J. Smith ha infatti partecipato a Hate Crime, un film indipendente dove ha interpretato Trey, un uomo gay che viene preso di mira da un predicatore omofobico. Il film è stato presentato a diversi festival di cinema gay e lesbiche in giro negli Stati Uniti.

Ha avuto una voce diversa ad ogni serie tv.

Come tutti gli attori stranieri anche Brian J. Smith è stato doppiato in Italia. La cosa curiosa è che in ben cinque serie TV nel quale è apparso come protagonista o guest star l’attore americano ha avuto voci diverse in quanto doppiato da persone diverse. Secondo quanto riportato da Wikipedia.it, Stefano Crescentini gli ha infatti prestato la voce in Stargate Universe e Sense8, Mirko Mazzanti in Gossip Girl, Flavio Aquilone in Person of Interest, David Chevalier in Quantico e Gabriele Lopez in The Good Wife.

E’ grato per Sense8

Sense8 e il ruolo di Will Gorski sono stati letteralmente due miracoli per questo attore che, sebbene sia finita la serie tv di Netflix, non smette mai di lodarla e definirla letteralmente un miracolo nella sua vita. E’ sua la lettera ai fan quando la serie TV era stata improvvisamente cancellata da Netflix.

Leggi Anche: 10 cose che non sapete su Alfonso Herrera, attore di Sense8 e The Exorcist

Comments
To Top