Cinema

Black Panther: Gli Easter Egg del film Marvel

Al cinema dal 14 febbraio, Black Panther, come nella migliore tradizione del MCU è pieno di Easter eggs e riferimenti che rimandano ai film precedenti e alla saga di fumetti da cui è tratto.

Scopri alcuni degli Easter Egg del prossimo film Marvel.

LEGGI ANCHE – Black Panther: rilasciato un nuovo trailer del prossimo film Marvel

Video e Easter Egg di Black Panther

LEGGI ANCHE – Black Panther: Martin Freeman si unisce al cast del film Marvel

1. Bast

Nel fumetto Bast era il protettore del Panther Clan, anche chiamato Panther God.

Lei è colei che ha dato a Bashenga e al resto del suo lignaggio il potere dei Black Panther e il controllo di Wakanda. Storicamente Bast è una dea gatta egizia legata alla luna.

Secondo la mitologia, quando l’anima di un uomo raggiunge l’aldilà, essa è portata dalla dea Bast e Sekhmetto in una mitologica valle, dove possono corre liberamente per l’eternità.

L’apertura del film mostra le origini di Wakanda e di BP. La dea viene menzionata brevemente quando aiuta il primo Blanck Panther a diventare il re di Wakanda.

2. L’altra Black Panther

black panther

La sorella di T’Challa, Shuri (Letitia Wright), è uno dei protagonisti dei fumetti Marvel, che a un certo punto della storia cartacea succederà al fratello come Pantera Nera e regina di Wakanda.

Wright non è ancora pronta a spodestare Chadwick Boseman, ma è pronta a combattere nel suo costume tradizionale, che promette di essere un campione di Wakanda in futuro.

3. ‘Un altro uomo bianco’

“Great – another broken white boy for us to fix.”

Il commento di Shuri su Everett Ross (Martin Freeman) è dovuto all’arrivo di Bucky Barnes – il Winter Soldier – che ha lasciato a Wkanda alla fine di Captain America: Civil War con la speranza che gli scienziati possano curare la programmazione mentale del personaggio interpretato da Sebastian Stan. Sappiamo che Shuri ha già trovato la soluzione, e questo sembra confermare che il suo piano ha funzionato.

4. Il ritorno di Bucky

L’easter egg del Soldato d’Inverno gioca un ruolo nella seconda scena post scredit, dove Bucky si sveglia e parla con Shuri vicino al lago. Il soldato è di nuovo in azione, giusto in tempo per Avengers: Infinity War.

5. Il cameo di Stan Lee

Come da tradizione la MCU mostra un cameo del leggendario scrittore Marvel (e co creatore di Black Panther) Stan Lee. Questa volta è un ospite di una bisca segreta di Busan, che interviene per prendere le vincite trascurate di T’Challa. Ci piace pensare che li abbia tenuti al sicuro.

6. Djalia

T’Challa e Erik Killmonger (Michael B Jordan) visitano un antico reame dopo aver preso un’erba a forma di cuore, dove parlano con gli spiriti dei loro antenati. Questo è probabilmente basato sul fumetto Djalia, una dimensione mistica che racchiude le memorie delle persone di Wakanda.

7. Di nuovo a Oakland

Non proprio un easter egg, ma Oakland, dove vive Erik e dove suo padre – lo zio di T’Challa – muore è anche la città natale di Ryan Coogler. Come Erik sembra che lui abbia vissuto lì da giovane nel 1992. Oakland è anche la casa del movimento politico di Black Panther.

8. Il film preferito di T’Chaka

 

Quando Shuri – che oltre ad essere la principesse, serve come inventrice e fornisce a Black Panther della sua più avanzata tecnologia – insiste che le sue scarpe sono come le sneakers del film preferito del re T’Chaka.

Immaginiamo che il film preferito del sovrano sia Ritorno al Futuro Parte II.

 

LEGGI ANCHE – Marvel Cinematic Universe: celebra 10 anni con una foto di tutti i protagonisti

La sinossi:

Il film Marvel Black Panther è ambientato dopo gli eventi raccontati in Captain America: Civil War e vede T’Challa tornare nell’isolata e tecnologicamente avanzata nazione africana di Wakanda per prendere il suo posto come Re. Ma quando un vecchio nemico farà ritorno, il suo ruolo come sovrano e la sua identità come Black Panther verranno messe alla prova e T’Challa sarà trascinato in un conflitto che metterà a rischio il destino di Wakanda e di tutto il mondo.

Regista: Ryan Coogler (Creed – Nato per combattere)

Cast:  Chadwick Boseman, Michael B. Jordan, Andy Serkis, Angela Bassett, Lupita Nyong’o, Forest Whitaker, Martin Freeman, Sterling K. Brown, Danai Jekesai Gurira, Daniel Kaluuya, Letitia Michelle Wright, John Kani, Florence Kasumba, Sydelle Noel, Isaach De Bankolé, Connie Chiume.

Fonte: DigitalSpy

Comments
To Top