Guida Episodi

Prison Break: dove eravamo rimasti? The Final Break e la quinta stagione

Proseguiamo con il recap delle stagioni di Prison Break in vista del ritorno della serie il prossimo 4 aprile.

Nel 2009 la serie doveva concludersi definitivamente con un film per la televisione dal titolo The Final Break. Diviso in due parti per un totale di due ore, questi due episodi vengono indicati come i numeri 23 e 24 della quarta stagione. Sono rappresentati gli eventi che portano al flash-forward finale, nel quale alcuni dei personaggi principali si ritrovano davanti alla tomba di Michael.
Il film si apre in riva al mare, dove si sta svolgendo il matrimonio tra Michael e Sara, che è incinta. I festeggiamenti sono però interrotti dalla polizia che arriva per arrestare Sara, accusata di aver commesso un omicidio. Stavolta tocca a Sara finire dietro le sbarre per essere salvata. Nel penitenziario dove viene rinchiusa ritrova Gretchen Morgan, mentre nell’ala maschile sono presenti T-Bag e il Generale. Quest’ultimo mette una taglia sulla testa di Sara, rendendole così la vita in carcere un inferno. Ma all’esterno Michael, Lincoln, Alex (che parte con l’intenzione di tradire gli altri) e Sucre sono già all’opera per farla evadere. Un primo piano di fuga viene presto sventato a causa dell’interferenza dell’FBI che non smette di spiare Michael, la cui condizione fisica continua a peggiorare.

A questo punto Michael e Lincoln decidono di fidarsi nuovamente di T-Bag e progettano una nuova via di fuga che include la caduta dall’alto della prigione con un paracadute da parte di Michael. Ma anche questo piano sembra essere destinato al fallimento: Alex, ancora in combutta con l’FBI, in segreto spiffera il tutto agli agenti. Ma quando Michael gli affida un DVD da far vedere a Sara quando sarà libera, aggiungendo che di lui si fida ciecamente, l’ex poliziotto capisce da che parte stare. Con un paio di modifiche, il piano viene messo in atto: sapendo che l’FBI sa del paracadute, Michael usa la discesa come un diversivo e si infiltra nella prigione mettendosi sotto la macchina degli agenti. Una volta dentro, sicuro del fatto che T-Bag avrebbe spifferato il piano alla direttrice del carcere, sa bene come muoversi, e riesce ad incontrare Sara nel luogo stabilito. La donna aveva appositamente causato una rissa insieme a Gretchen, decisa a scappare insieme a lei ma che viene riportata in cella. Michael e Sara, di nuovo insieme, non riescono ancora a scappare: c’è una porta chiusa che non vuole saperne di aprirsi. Michael decide allora di distruggere un circuito elettrico utilizzando il proprio corpo, consentendo alla porta di aprirsi in seguito all’esplosione. Sara può così scappare verso la libertà mentre Michael muore.

Nel DVD che l’uomo ha lasciato postumo, egli racconta di come il tumore al cervello lo stesse portando inesorabilmente alla morte. Non poteva dunque fare altro che sacrificarsi per il bene di Sara e del proprio figlio non ancora nato. Proprio quando tutti sono arrivati al punto di poter essere liberi (tranne T-Bag, ovviamente), Michael rimpiange di non poter godere con loro della libertà, ma si dice felice di essersi potuto sacrificare per loro.

Fu un finale degno. Lo stesso Wentworth Miller affermò nel 2010 di essere contento di come le cose fossero andare per Michael, Lincoln e Sara. Evidentemente deve essere stato colpito dalla nuova sceneggiatura di Paul Sheuring, il creatore della serie, per decidere di tornare per altri nove episodi.


Insieme a lui e a Dominic Purcell nel ruolo di Lincoln Burrows, anche Sarah Wayne Callies. Negli anni che passano tra la fine della quarta e l’inizio della quinta stagione, Sara ha trovato un compagno col quale crescere il figlio di Michael: il suo nome è Scott Ness e sarà interpretato da Mark Feuerstein. Quando Lincoln tornerà da lei asserendo di esser sicuro del fatto che Michael è ancora vivo, non sarà dunque semplice per lei lasciare di punto in bianco la sua nuova vita per un salto in quella vecchia. A quanto pare Michael lavora in Marocco al soldo di una organizzazione terroristica. Ad un certo punto, però, ha smesso di collaborare con i terroristi e dunque è stato rinchiuso (ovviamente) in una prigione.

Torneranno anche Fernando Sucre (Amaury Nolasco), T-Bag (Robert Knepper, che poi a maggio vedremo anche in Twin Peaks) e C-Note (Rockmond Dunbar). Tra le facce nuove ci saranno Inbar Lavi, che interpreterà Sheba, un’attivista che rappresenta il nuovo interesse amoroso di Lincoln; mentre Rick Yune, attore nei panni di Ja, sarà il creatore di identità del gruppo.

Paul Scheuring ha già confermato che questi saranno gli ultimi episodi della serie, una cosa che sta bene anche alla Fox. Ha aggiunto però che è un discorso non del tutto chiuso: le condizioni di una possibile sesta stagione sono due. Disponibilità da parte del network Fox e la possibilità di concretizzare un’idea coerente allo spirito di Prison Break. Ma di questo si potrà parlare soltanto dopo la messa in onda dei nove episodi.

In attesa di martedì, in alto potete apprezzare il video rilasciato due giorni fa da Fox che anticipa il primo episodio della quinta stagione.

Comments
To Top