Celebrità

Amal e George Clooney avranno dei gemelli in marzo?

George Clooney

L’avvocato internazionale per i diritti umani Amal Clooney e suo marito George Clooney sarebbero in attesa di due gemelli, una fonte molto vicina alla famiglia di Amal in Beirut lo avrebbe rivelato a The Daily Star.

George Clooney verso la fine 2013 comincia a frequentare l’avvocato Amal Alamuddin, nell’aprile del 2014 i due si fidanzano, sposandosi poi a Venezia, il 27 settembre 2014. Il matrimonio è stato officiato in lingua inglese dall’ex sindaco di Roma Walter Veltroni in una cerimonia privata all’Hotel Aman di Palazzo Papadopoli. Si è trattato in realtà dello scambio delle promesse solenni, secondo la tradizione americana. Il rito, per avere valore legale è stato poi celebrato nella sede comunale di Ca’ Farsetti il 29 settembre 2014.

Noi serial addicted conosciamo George Clooney per il ruolo del dottor Douglas “Doug” Ross, nella longeva serie medica della NBC E.R. – Medici in prima linea, ruolo che ha interpretato dal 1994 al 1999, consacrandolo come un sex symbol. Grazie a questo ruolo Clooney ottiene anche la fama internazionale, ottenendo numerose nomination ai Golden Globe e agli Emmy Award.

George Clooney
Ha interpretato 5 stagioni della serie TV e più di 100 episodi, sino al 1999. Dopo aver lasciato la serie nel 1999, ha fatto un cameo nella sesta stagione ed è tornato come guest star nella quindicesima e ultima stagione della serie, dove gli viene dedicato un intero episodio. Ma forse non tutti sanno che nel 1991 sostiene un provino per il ruolo di J.D in Thelma & Louise, ma gli viene preferito Brad Pitt, con cui ha recitato nella serie di film Ocean’s eleven, Ocean’s Twelve e Ocean’s Thirtheen; i due sono molto amici.

Sua moglie, Amal Alamuddin una tra le donne arabe più influenti al mondo, ha un curriculum di tutto rispetto. Ha difeso, tra gli altri, Julian Assange, fondatore di WikiLeaks, il Primo ministro dell’Ucraina Yulia Tymoshenko e il giornalista Mohamed Fahmy. E’ stata anche consigliere di Kofi Annan, sulla questione siriana. Sempre per l’ONU, è stata consigliere della commissione sull’assassinio del premier libanese Rafik Hariri. Nel mese di gennaio 2015, Amal ha iniziato a lavorare sul riconoscimento del genocidio armeno.

Comments
To Top