Recensioni

Vikings: Recensione dell’episodio 4.14 – In The Uncertain Hour Before the Morning

Vikings
History

Da tempo non si assisteva ad una puntata come questa di Vikings. La serie televisiva di History che ha ci ha affascinato e conquistato nel corso delle prime tre stagioni, aveva subito un drastico calo qualitativo nella prima parte della quarta. È ancora presto per affermare con certezza che Vikings sia tornata ai fasti di una volta, ma noi nel frattempo ci godiamo questo In The Uncertain Hour Before the Morning.

Vikings

Aslaug vs Lagertha

Era stato pubblicizzato uno scontro epico tra le due donne forti della serie: da una parte Aslaug, fiera principessa e prototipo della casalinga moderna tutta casa e pulizie; dall’altra Lagertha, la quale dimostra per la seconda volta una freddezza machiavelliana nel portare a compimento una vendetta che ha atteso decenni.

Lo scontro, in realtà, è stato più breve del previsto, ma ugualmente intenso. Lagertha ha colto il momento giusto per invadere Kattegat e quello preciso in cui fermare i suoi guerrieri prima di una carneficina inutile. I suoi piani di riconquista della città sembravano passati in secondo piano, se non completamente dissolti,  e invece l’ex moglie di Ragnar, nascondendo la propria ambizione e serbando una infinita pazienza, ha compiuto la sua seconda vendetta.

Non batte ciglio neanche davanti alla diplomazia, l’arma usata a sorpresa da Aslaug per sfuggire ad uno scontro diretto che sarebbe stato impari. Una freccia nella schiena del nemico voltato, gesto di sommo disprezzo per una donna che, dal punto di vista di Lagertha, era una strega.

La dipartita di Aslaug difficilmente lascerà un vuoto nello spettatore: diversa sarà invece la reazione di Ivar, quando lo verrà a sapere. Ma Ivar è lontano e a piangere – ma neanche tanto- la madre ci sono Ubbe e Sigurd. I due reagiscono in maniera diversa: ma più interessante è invece la fermezza di Lagertha alla minaccia di una ritorsione per quello che ha fatto: se i figli vogliono vendicarsi, ne pagheranno le conseguenze. Comunque, sempre meglio tenerli sotto chiave piuttosto che liberi di andarsene in giro ad organizzare rivolte. Per ora.Vikings

Ragnar vs Ecbert

Anche se il trucco in Vikings non è mai stato in grado di invecchiare bene i personaggi – che sia una scelta precisa o una trascuratezza tecnica è lo stesso- le scene della reunion tra Ragnar e Ecbert sono pregne di nostalgia. Lo spettatore riesce a percepire il tempo che è passato tra i due, anche se non è stato partecipe dello scorrere del tempo.

Travis Fimmel e Linus Roache sono ormai talmente calati nei loro personaggi che la loro chiacchierata alcolica non sembrava per niente una messa in scena. I due, molto probabilmente, hanno sia chiacchierato a cuore aperto, come si fa con vecchio amico a cui davvero si tiene, sia hanno nascosto una parte dei propri intenti più subdoli non dichiarati. Magnus, figlio o non figlio di Ragnar, sembra essere uscito di scena: ma se cosi fosse bisognerebbe capire l’utilità del suo personaggio finora. Mentre è possibile che il figlio di Athelstan possa essere visto altre volte.

Ragnar sembra stare andando incontro alla fine del personaggio storico cui è ispirato. Ragnarr Loðbrók, infatti, fu dato in pasto ai serpenti di Re Aelle. È in realtà una pista falsa per farci sorgere l’ennesimo dubbio legato al destino mortale di Ragnar. Gli dei hanno in serbo ancora qualcosa per lui, ma soprattutto per i suoi figli. Nella mente del Re dei Vichinghi, essi giocheranno un ruolo essenziale nella vendetta da scatenare contro Ecbert. Ma davvero lui è disposto a morire?

Per restare sempre aggiornati su Vikings con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Vikings – Italian fans (fanpage e sito) e per vedere sempre prima gli episodi di Vikings seguite la pagina Facebook di Angels & Demons – Italian Subtitles. E non dimenticate di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

Comments
To Top