Interviste

Wolves: Intervista alla scrittrice Veronica Niccolai alla Love&Blood ItaCon 3D

La Convention Love&Blood ItaCon 3D, dedicata aThe Vampire Diaries e The Originals, purtroppo è terminata, ma noi abbiamo altre storie da raccontarvi, come il piacevole incontro che abbiamo avuto con un’ospite speciale della convention: la scrittrice Veronica Niccolai, autrice di Wolves, una saga urban fantasy che racconta le vicende amorose ed avventurose di un’adolescente, tra magia e crescita interiore dei personaggi col trascorrere del tempo, sullo sfondo di uno scenario tutto italiano (tanto per cambiare).

veronica-niccolaiIntervistiamo l’autrice di fronte alla sala dei panel, dove è collocato lo stend di presentazione delle sue opere. La scrittrice toscana ci spiega che tutto è iniziato con la sua passione per il genere “shojo” manga (storie per ragazzi), disegnando fumetti; con l’università quella inclinazione è rimasta, ma si è evoluta nello scrivere storie. La sua prima impresa letteraria, intitolata ‘Sofia’, è un romanzo di formazione in cui si indagano le incertezze e le insoddisfazioni di una trent’enne che da il nome al titolo.

Poi arriva la saga Wolves, di cui è uscito il secondo volume ‘Wolvers: La stirpe dei lupi’, e di cui c’è in cantiere il terzo ed ultimo volume che concluderà la trilogia.

La struttura dei libri è attentamente delineata, seguendo uno schema ben preciso: prima conosciamo i personaggi e poi la famiglia del protagonista, assistendo gradualmente alla maturazione dei protagonisti.

Un dato importante è la scenografia: scelta e voluta fortemente dalla scrittrice è l’ambientazione in Italia; la storia principale si svolge a Belluno (Veneto), dove la Niccolai si è recata personalmente per poter riportare fedelmente nei suoi libri non solo la geografia corretta dei luoghi ma anche le tradizioni popolari; un modo questo per pubblicizzare le nostre bellezze italiane ed anche una forma di rispetto e riconoscenza per i veneti, intento reso possibile grazie anche alle aggiunte di cartine esplicative dei luoghi che possano farli conoscere anche a chi non è originario di quei posti.

La scelta di assegnare autenticità alla descrizione topografica non si ferma certo all’Italia; la scrittrice, infatti, è andata in Francia per documentarsi su alcune località per poter descrivere le zone di provenienza della famiglia del protagonista.

veronica-niccolai-01Chi pensa che questi romanzi siano solo una storia fantasy sui lupi mannari, si sbaglia perché – ci spiega la scrittrice– altre e più attuali sono le tematiche al centro della storia: l’amicizia principalmente, oltre all’amore, e la forza che essa arreca per superare i problemi di tutti i giorni (come il bullismo).

Alle spalle di queste pubblicazioni non c’è esclusivamente il talento di un giovane architetto, ma c’è un’intera squadra di amici: a partire dal suo agente letterario, Mariagrazia Cucchi, conosciuta al Lucca Comics molti anni fa; così come Dalia Schintu, l’illustratrice del libro che sintetizza in un’immagine ad incipit di ogni capitolo una scena chiave di quella specifica parte.

Cosa ci aspetta dopo la conclusione della trilogia Woves? Le idee ci sono ma rimangono ancora top secret! E noi non possiamo che aspettare di vedere cosa produrrà questa giovane e promettente scrittrice (con uno spiccato talento anche in ambito musicale), a cui facciamo i nostri augurI.

Comments
To Top