0Altre serie tv

The Honourable Woman: Recensione dell’episodio 1.01 – The Empty Chair

The Honourable Woman

Inghilterra, anno del signore 2013, negli studi BBC i capi del reparto serie tv sono in fermento, sussurrano e bisbigliano tutto il giorno intenti a creare un prodotto nuovo, originale e ben interpretato: puntano tutto sul genere “spy-story” (come se in Inghilterra non si potesse trovare qualcosa di più originale dello spionaggio…). Nonostante alcune riserve e nonostante sia già in produzione un biopic sul padre d1i 007 (che poi si è rivelato un bidone) i boss sono irremovibili, dopo il successo di serie come the honourable womanHomeland e The Americans dall’altra parte dell’oceano anche la tv britannica necessita di un telefilm che racconti i vari intrighi internazionali che si celano nella calma piatta del mondo moderno. Ma a chi affidare questo difficile compito, chi potrebbe essere in grado di creare una serie del genere? La scelta dei nostri capoccioni britannici è ardua a tal punto da richiedere l’aiuto dell’ormai plurifamoso metodo della “pesca casuale da barattolo di vetro”. Certo, affidarsi alla sorte in alcuni casi aiuta, ma la possibilità che dalla boccia uscisse il nome di Hugo Blick erano scarsissime. Oltretutto stiamo parlando di un uomo che rimarrà nella storia come il giovane Jack Nepier del Batman di Tim Burton, ma come regista o sceneggiatore chi lo ha mai visto? Nessuno.

Ma Blick non si scoraggia, ha in mente una storia troppo bella, troppo moderna e troppo nuova per rifiutare l’incarico e dopo essersi visto per tre volte di fila tutte le stagioni di Homeland scrive la sua sceneggiatura tutto contento e anche un titolo acchiappa ascolti The Honourable woman (ho il terrore di una eventuale traduzione in italiano). Alla fine risultano sei episodi della durata di un’ora circa in cui si snoderanno le vicende della protagonista Nessa Stein, israeliana cittadina inglese che gestisce, dopo l’uccisione del padre, insieme al fratello un impero multimiliardario. Il sogno di Nessa è la cessazione del conflitto ebreo-palestinese in Israele ma, nel perseguire questo obiettivo, incapperà in vari segreti internazionali e misteri dello spionaggio inglese, senza contare il solito passato torbido che deve nascondere da tutto e tutti (altrimenti non sarebbe la protagonista).

Blick è molto preoccupato: deve affidare la parte di Nessa ad un’attrice solida, brava, magari famosa e inglese: chi meglio di Maggie Gyllenhall poteva interpretare questa parte, l’americana fidanzata di Batman nel secondo film della trilogia di Nolan (coincidenze?),  colei che riesce ad avere tre espressioni in tutto il suo bel visino e che ha un tono di voce  a metà tra il mellifluo e il gattamortismo di professione. Ma la scelta è fatta, Hugo completa il cast con avanzi di Broadchurch e Doctor Who e poi si mette a girare. Un po’ di esterni di Londra, qualche inquadratura al MI6 (che era esploso in Skyfall…) alcuni particolari su oggetti e occhi dei protagonisti e aggiungendo una colonna sonora fastidiosa quanto una seduta di igiene dentale siamo pronti per andare al montaggio.

the honourable womanSe doveste girare un film simile a “Intrigo Internazionale” o ad uno di 007, cosa sarebbe la prima regola che vi imporreste di seguire? Il ritmo. In un qualsiasi prodotto del genere “spy-story” il ritmo deve essere concitato, veloce, le cose devono accadere in successione rapida, e la trama basilare dell’intera narrazione deve essere spiegata subito, consentendo poi all’intreccio narrativo di complicarla e contorcerla. Forse Blick pensava di girare un documentario sui “dialoghi inutili” oppure non si è accorto che in 57 minuti di pilot, non ci viene detto nulla di utile, non ci viene spiegato niente, e quello che vediamo sono dialoghi infiniti in location diverse che però rimangono sconnessi tra loro.

Piani alti della BBC cosa mi state combinando lassù? Perché devo vedere un obbrobrio del genere in cui non si salva niente, neanche la fotografia, e che considerate come prodotto di punta dell’estate 2014? Perché? Non è che per caso state “danzando con il diavolo nel pallido plenilunio”?

Non sprecate il vostro tempo con questo pilot, il 23 agosto torna il Dottore!

Good Luck!

Comments
To Top