Revenge: Recensione dell’episodio 2.19 – Identity

Revenge: Recensione dell’episodio 2.19 – Identity

Premessa: non è mia intenzione fare alcun riferimento (okay, forse qualcuno lo farò) alla pessima storyline che vede coinvolti Declan, Charlotte e Regina perché quando è troppo è troppo e non c’entrano niente (ma veramente niente) con tutto il resto. Bene. Detto ciò, posso anche iniziare.

1 Revenge: Recensione dellepisodio 2.19   IdentityIdentity è un marasma di personaggi, dinamiche e ribaltamenti. Non c’è un solo personaggio (parlo naturalmente di quelli importanti, non dei bimbiminkia succitati) che non venga travolto coinvolto – in maniera diretta o trasversale, consapevole o meno – dal revenge-plan di Emily.
Insomma, l’episodio porta con sé quel primissimo sapore di season-finale, anche se – almeno a mio modesto parere – Kelley continua a mettere troppa carne al fuoco dimenticando che è anche il momento di tirare le somme. Insomma, era proprio necessario tirar fuori dal cilindro il figlio (quarantenne?!) di Victoria? Forse qualcuno pensa di sì, visto e considerato che è fin dai suoi albori che Revenge funziona in questo modo e la Vendetta in sostanza si alimenta di segreti inconfessati, portati alla luce in maniera violenta e deleteria per chi quegli scheletri si ostina a tenerli nell’armadio. Ma in Revenge di armadi ne scoppiano in continuazione, e forse questo schema inizia a stancare mentre le X rosse di Emily (e Nolan) lievitano come giorni barrati su un calendario.

È pur vero che l’episodio in sé scorre piacevolmente. Non mi è dispiaciuta la caratterizzazione del Falco, anche se avrei 4 Revenge: Recensione dellepisodio 2.19   Identitypreferito si trattasse di uno dei tanti personaggi che hanno affollato gli Hamptons in queste due stagioni. Insomma, sarebbe stato decisamente più d’impatto se Edith Lee (quale cognome più stereotipato si poteva scegliere per un’asiatica, insomma, solo Padma-l’indiana-esperta-di-informatica la supera in classifica in fatto di cliché) fosse stata visibile prima di essere smascherata. Ciononostante, devo ammettere che la partita a Street Fighter con Nolan è di un’ironia disarmante, quella che sottende il Revenge migliore che conosciamo.

Anyway:

2 Revenge: Recensione dellepisodio 2.19   Identityil Falco è smascherato e arrestato nientepopodimeno che dall’FBI.
Victoria torna a fare i conti con il passato e chiede a Nolan (Falcon Reloaded?!) di aiutarla a ritrovare il figlio (quarantenne, devo continuare a sottolinearlo, è più forte di me).
Charlotte limona con quella che ha picchiato nello scorso episodio.
Aiden è geloso marcio di Daniel, poi però parla con Zen-Takeda e alla fine dell’episodio infila un anello al dito di Emily dicendole: ”Okay. Sposa quel figlio di puttana e distruggili tutti” (ammetto di essermi gasato un bel po’ durante quella scena).
Jack gioca a fare il badass risentito e forse è più convincente ora che in due stagioni intere a fare il bamboccione rincoglionito.
Ashley risulta meno insopportabile del solito in questa alleanza (?) con Jack per distruggere Conrad (che intanto si fa fotografare3 Revenge: Recensione dellepisodio 2.19   Identity mentre confabula con la moglie del governatore, non si sa ancora a proposito di cosa).
Ma la Combo migliore della settimana se l’aggiudica Nolan: in una mossa (e non parlo solo di quella di Street Fighter) mette a tappeto il Falco, Victoria e Conrad, vendicando non solo David ma anche Padma. Nolan, grazie di esistere. Veramente.

Identity è in sostanza un buon episodio, che inizia a delineare l’epilogo di questa (forse troppo affollata) seconda stagione.

Nota a margine:

Ci piacerebbe capire, in tutto ciò, che fine ha fatto l’Initiative. Ho il presentimento che Kelley se la giocherà per il doppio finale. Staremo a vedere.

About Antonio Manfuso

Scrittore in erba cresciuto a pane e Twin Peaks per poi trascorrere una spensierata adolescenza con Dawson's Creek e una gioventù variegata fra Prison Break e Lost. Nutre una malsana adorazione per Fringe e per i serial poco ortodossi come American Horror Story. Coltiva passioni europee come il vate Charlie Brooker.

15 comments

  1. Serena
    May 2nd, 2013 13:31

    d’accordo con Antonio per quanto riguarda Falco, avreì preferito di più che fosse stato un personaggio che bene o male avevamo già visto. Nolan sempre il migliore, la storyline dei giovani stuedenti è la noia più totale.

  2. Puci
    May 2nd, 2013 18:12

    Per un attimo ho sognato che fosse Nolan il figlio segreto di Victoria…
    Carramba!

  3. Antonio Manfuso
    May 2nd, 2013 18:16

    No, dovremo fare a meno di questo colpo di scena semplicemente perché il figlio di Victoria è nato nel 1973, quindi come ho ribadito due volte nella recensione ha ben quarant’anni!

  4. May 2nd, 2013 20:34

    Conoscendo Revenge potrebbe succedere di tutto, pure che Nolan diventi improvvisamente quarantenne e che gli spunti una carta d’identità “dimenticata” col secondo nome Patrick :D
    Detto questo, dopo un lunghissimo hiatus per me è stato difficile ricalarmi subito nel mood giusto per guardare Revenge, a serie come questa le lunghe interruzioni fanno particolarmente male perché per i primi venti minuti mi sono domandato cosa stessi guardando.. poi ho acceso il LOL mode… la rivelazione su Falcon è stata un po’ una delusione, perché mi sono trovato sta banalissima hacker asiatica (di nome Lee, fantastico, non ci avevo fatto caso) che si gioca la reputazione a Streetfighters… scena divertentissima per il suo completo non sense. Come anche il fatto che, pur non essendo figlia di nessuno stesse nella foto della vendetta… che faceva? hackerava siti per conto dei Grayson a 6 anni? e quindi la invitavano ai party in spiaggia? meravigliosi.
    Ho adorato poi la spocchia con cui Nolan è entrato in sala giochi (vedi cover in alto)… aveva la faccia di quello che entra in saletta sapendo che a chiunque gli chieda chi sia, lui potrebbe rispondere “lo vedi il primo nome nei record di tutti i giochi? quello sono io”

  5. Antonio Manfuso
    May 3rd, 2013 12:49

    Concordo appieno, qui le persone su cui vendicarsi spuntano come i proverbiali funghi e non se ne può. Se è vera la notizia che con la ”dipartita” di Kelley la terza stagione sarà l’ultima, beh, io non posso che gioirne. Più somme e meno carne al fuoco. ‘Sta vendetta ”s’ha da fare”!

  6. Aralia
    May 3rd, 2013 17:28

    In effetti sì, puntata carina anche se continua a creare varie situazioni senza arrivare mai al dunque.
    Anch’io ho provato una profonda delusione nello scoprire l’identità del Falco: hanno scelto un personaggio che non conoscevamo e che in mezza puntata sono riusciti a “far fuori”: sembrava un nemico molto ostico, invece in brevissimo tempo hanno scoperto chi è e si sono vendicati. Bha!
    Ora Victoria chiede aiuto a Nolan per riuscire a trovare suo figlio e speriamo che Emanda si avvicini sempre più alla sua vendetta.

  7. Antonio Manfuso
    May 3rd, 2013 17:41

    Sei stata molto calzante, Aralia. Per come avevano introdotto il Falco, sembrava sarebbe stato un personaggio fondamentale oltre che inquietante, e invece è ”sfiatato” nel giro di un minutaggio a dir poco becero, con una caratterizzazione altrettanto scialba.

  8. Lalla32
    May 4th, 2013 21:03

    Concordo con Billy. Pause così lunghe gli fanno malissimo e portano alla luce tutte le boiate che di solito, presi dal ritmo, si tende ad ignorare con gioia.
    Ma prima di tutto come si fa a mettere un bambino nelle mani della serva inglese!? Secondo… ma ora sta facendo il triplo gioco o deve solo rompere? Conrad… ancora te la riprendi!? E che palle!

    La storia di Charlotte è un perfetto complemento a quella di Declan ad inizio stagione. Semplicemente inspiegabile.

    La storia del Falco… meh! Tra che non mi ricordavo cosa avesse fatto effettivamente, tra che non me ne fregava assolutamente di sta figura inutile spuntata dal nulla. Certo che ritenerlo il principale colpevole di tutto?? Vabbè, giusto per tirare una croce rossa… che boi Billy ha ragione. David lo ha incastrato quando aveva 6 anni?? Altro che bambina prodigio…

    Ho qualche speranza per sto Patrick di cui non mi frega nulla. Che sia almeno spettacolarmente figo e malvagio.

    Per il resto… un altro fidanzamento?!!? Davvero? Non avevamo già giocato a questo gioco? E l’ennesimo sp******mento dei Greyson in diretta? Sta vendetta fa pena.

    Però il maestro di vendetta caricato a molla (I tuoi sentimenti ti annebbiano!) mi ha suscitato un sospiro di nostalgia.

  9. Ary
    May 6th, 2013 13:58

    Volevo solo far notare che l’attore che interpreta Nolan ha effettivamente 40 anni! Quindi potrebbe benissimo essere il figlio di Victoria :)….

  10. May 6th, 2013 19:03

    Si, è vero, l’attore si, ma il personaggio in Revenge mi pare notevolmente più giovane (ma vado a memoria)

  11. Ary
    May 7th, 2013 11:11

    Sì, il personaggio dovrebbe avere qualche anno in meno. In ogni caso, Nolan è molto più grande di Emily perchè quando si incontrano per la prima volta lei è una ragazzina e lui è già un adulto. Comunque, non credo che faranno la “carrambata” di Nolan figlio di Victoria, sarebbe troppo PERSINO per Revenge ;)!!! P.S. tempo fa, invece, pensavo tirassero fuori che Emily e Nolan erano fratelli!

  12. Ary
    May 7th, 2013 11:19

    Ops! Come si fa a cancellare un post “doppio”?

  13. May 7th, 2013 11:47

    Messo apposto :)

  14. May 7th, 2013 11:52

    Comunque Ary, con Revenge tutto può succedere… Ho appena visto la 20 e inizio a non star i più dietro :D … Appena esce la rece della 20 (un paio di giorni max in teoria) ci divertiamo pure li :)

  15. Ary
    May 7th, 2013 15:08

    Hai proprio ragione!! L’ho vista anch’io la puntata nuova ed è successo veramente di tutto!! Chissà cosa si inventeranno nel doppio finale :)…. non oso immaginare!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>