Smash – 1.08 The Coup

Smash – 1.08 The Coup

smash108 200x150 Smash   1.08 The CoupCosa c’è dopo il workshop? A quanto si è visto, nulla di rilevante, in grado di sconvolgere trama e telespettatori.

I risvolti della storia erano prevedibili oltre che già preannunciati.

Peccato perché le premesse c’erano tutte, nei previsti “colpi bassi” che il titolo dell’episodio faceva presagire si sarebbero abbattuti sui protagonisti.

Michael Swift viene avvicinato al parco, da una triste e sconsolata Julia, per sentirsi comunicare l’ineluttabile notizia del suo licenziamento.

Ivy occupa il tempo dividendosi tra la palestra e il bowling, cedendo lo scettro di protagonista, detenuto nel passato episodio, alla bruna Karen che viene coinvolta da Derek ed Eileen in un progetto segreto.

L’imboscata in cui cadono Tom e Julia inasprisce ulteriormente i rapporti tra il regista e il compositore, dandoci però ulteriori notizie sull’evento che undici anni prima causò la fine della loro amicizia.

L’idea di una Merilyn moderna è un inevitabile fiasco; mi sorprende che professionisti come dovrebbero essere Eileen e Derek abbiano concepito questo musical in versione pop: oltre i limiti della decenza, ma soprattutto incompatibile ed incoerente con il mondo di Broadway.Smash 1x08 011 200x150 Smash   1.08 The Coup

Forse agli sceneggiatori serviva uno spunto per introdurre la guest star Ryan Tedder, cantante dei OneRepublic, che accompagna alla tastiera Karen, in versione sexy (e leggermente trash) sulle note di “Touch me”.

 

Uno sguardo fuori dal teatro ci conduce dietro le quinte del modo politico in cui lavora Dev, il fidanzato di Karen, che escogita un piano per fare fuori un collega nella corsa alla promozione: scelta che lo porta a solidarizzare con la giornalista del NY Times ma, allo stesso tempo, alla presumibile conclusione della sua esperienza professionale visto che quel collega è un “intoccabile”.

Il nuovo approccio con cui Eileen si accosta alla show, così come alla sua vita (affitta un lussuoso appartamento dove vivere e lavorare, ma preferisce non arredarlo) non viene gradito neanche da sua figlia: Santa Katie (come la chiamano tutti) di ritorno dall’India nella vana speranza di far riappacificare i suoi genitori.

Se questo proposito è destinato a fallire, la “salvatrice del mondo” (interpretata da Grace Grummer, figlia nella vita reale della grande Meryl Streep) riesce però a mettere sulla retta via le scelte artistiche della madre, oltre ad arredarle casa di tutto punto!

Ma il mondo di Broadway è tremendo, e così la pur “meravigliosa” Ivy deve fare i conti col fatto di non essere ancora una “Star”, consapevolezza questa che determina la sua sostituzione con un’attrice più titolata (ancora non identificata, ma che preannuncia l’arrivo di una famosa guest star sul palco di Derek & C.).smash 108 2 200x150 Smash   1.08 The Coup

Tenera la scena in cui proprio il caro amico Tom le comunica la triste scelta della produzione. E la bionda attrice si rifugia nel suo appartamento, tra le braccia confortanti di Derek.

Gli eventi di questo episodio hanno lasciato i nostri protagonisti profondamente segnati nell’animo e nell’orgoglio (ma anche noi..dall’esecuzione canora di Frank, il marito di Julia, a dir poco imbarazzante).

Ancor peggio, tutto è avvenuto sotto gli occhi di Ellis, sempre più approfittatore e doppiogiochista, che ficcando il naso qua e là, abbandona lo “sfigato” Tom per seguire Eileen, con l’intento di diventare anch’egli un produttore.

Aveva ragione Julia a non fidarsi dell’opportunista e pressante assistente di Tom, che adesso non lavorerà più con loro, ma “se lo ritroveranno comunque tra i piedi”.

Siamo sempre più dentro questo spietato mondo del teatro: dove sono gli interessi economici a dettare le regole del gioco, senza mai preoccuparsi delle speranze e delle aspirazioni dei giovani, o addirittura delle loro attitudini.

Un’altra volta viene messa in scena la realtà: nuda e cruda.
Mai sono sembrati così simili e paralleli il mondo dello spettacolo con quello della politica!Un episodio più corale che individuale, in cui comunque spicca il solito bravo Jack Davenport. Ancora acerbo è il talento recitativo di Katherine McPhee/alias Karen Cartwright.
Adesso che le carte sono state rimescolate, attendiamo con ansia gli sviluppi dei prossimi episodi e le novità che porteranno con loro.

About Rita G.

Il suo primo amore sono le serie televisive, sin da quando bambina guardava (rigorosamente di nascosto, perché mamma non voleva) Twin Peaks ed X-Files. Poi un giorno, vide sulla copertina di Ciak proprio X-Files (1^ film) e lo comprò. Da allora il binomio telefilm–cinema non l’ha più abbandonata. Le piace raccontare questo mondo meraviglioso, dove ama nascondersi e sognare e, magari, scrivendo riuscire a fare sognare anche gli altri assieme a lei!