Stephen Colletti scala One Tree Hill nella sua serie finale

Stephen Colletti scala One Tree Hill nella sua serie finale

L’attore guarda indietro alla programmazione epica della serie 

Stephen Colletti e Chelsea Kane in ONE TREE HILL Stephen Colletti scala One Tree Hill nella sua serie finaleONE TREE HILL è un fenomeno televisivo che è andato in onda per nove anni in due reti diverse. La serie, create da Mark Schwahn, segue un gruppo di coppie in una cittadina del North Carolina, Tree Hill, dalle superiori fino all’età adulta. E’ iniziata su WB il 23 settembre 2003 e finirà la sua corsa su CW il 4 aprile 2012. Va in onda il mercoledì alle 21.

Il californiano Stephen Colletti è entrato nel cast di ONE TREE HILL come Chase Adams nella quarta serie – appena in tempo per il salto nel futuro di quattro anni nella storia. Ci parla dei suoi giorni nella serie e di come si sente ora che la serie sta per concludersi.

 ASSIGNMENT X: ONE TREE HILL è durata nove anni. Ci sono stati moment in cui sei stato sicuro che sarebbe finita?

STEPHEN COLLETTI: Fin dalla quarta serie. Fin da quando sono arrivato. Non vedevo l’ora di farlo [impersonare Chase], ma pensavo, “ok, questa serie ha fidelizzato i suoi fan, ora stanno introducendo i nuovi [personaggi], che cosa se ne importano di queste nuove persone? La serie finirà. Sarà tutta colpa mia.” La serie è tornata e ha continuato a tornare e il mio personaggio ha continuato a tornare. E poi conoscete il seguito e siamo alla fine della nona serie. Questo è un posto fantastico per finire. ONE TREE HILL potrebbe continuare per sempre. Quando hai una mente come quella di Mark Schwahn che scrive la storia ci sono possibilità infinite. Ci sono pianeti infiniti da visitare a Tree Hill. E’ bello arrivare fino a dove siamo arrivati noi, sapere che si sta giungendo al termine, andare là fuori, girare e finire.

AX: Com’è stato arrivare nella serie, recitare una parte e fare invecchiare il personaggio di quattro anni nel passaggio tra la quarta e la quinta serie?

COLLETTI: Il bello di essere arrivato prima della fine della quarta serie è stato che Chase si è diplomato con i ragazzi e poi abbiamo avuto il salto di quattro anni. Non ho fatto molto nella quinta serie e sono tornato nella sesta. La cosa buona è che non avete conosciuto molto Chase quando è arrivato alla fine della quarta serie. Ho fatto circa sei episodi e poi ho fatto il salto così che la mia storia aleggiava nell’aria. Per un motivo cercavo di non radermi. Volevo avere qualche pelo sul mio viso per un po’. Però Schwahn diceva: “No, dedichiamo molto tempo ai primi piani del viso quindi non funziona così.” Però andava bene. Poi il mio personaggio è diventato il proprietario di un bar. Il salto di quattro anni ha implicato una transizione molto facile. Io penso che le persone dai 18 ai 22 anni non cambino così tanto. Penso che hai la possibilità di crescere di più. Quando i ragazzi sono alle superiori, sono limitati. Poi vanno al college, in questi quattro anni si capiscono.

Stephen Colletti e Sophia Bush ONE TREE HILL Stephen Colletti scala One Tree Hill nella sua serie finaleAX: Perché pensi che ONE TREE HILL sia durato così a lungo mentre molte altre serie che iniziano alle superiori non hanno questa longevità?

COLLETTI: Bè, è un po’ come paragonare le mele e le arance nel genere perché questa è una storia molto diversa. Penso che dall’inizio di ONE TREE HILL possiamo mettere in relazione i personaggi in un modo che potete riscontrare nelle vostre vite quotidiane. Questi personaggi vanno a scuola, vivono delle gravidanze a scuola, si sposano subito dopo le superiori e questo succede a molte persone nel paese. La storia è unica e le persone sono interessate a essa. Quindi i personaggi iniziano umilmente e poi fanno diverse cose. Creano una linea di moda, diventano giocatori del campionato NBA, fanno il loro viaggio dall’inizio e molte persone si augurano di fare lo stesso. Lo sognano. Hanno molti sogni simili. Così seguire questi ragazzi durante il loro percorso è qualcosa che appassiona i fan.

 AX: Quali sono stati i tuoi episodi o scene preferiti?

COLLETTI: Ci sono stati molti buoni episodi. La prima e l’ultima puntata sono sempre le migliori per me. Voglio dire, è bello ritornare ed essere curioso di come inizia la serie e di sapere che cosa succederà, ma cerco di trattenermi e non chiedere troppo a Mark Schwahn su cosa succederà alla fine, perché mi piace prendere gli script e leggerli. E poi leggere il  finale e pensare a cosa succederà nella serie è divertente, perché c’è stato un arco e stanno arrivando a una risoluzione, stanno raggiungendo un apice di quello che succederà nelle loro vite. C’è stato un episodio nella scorsa stagione in cui Jamie stava giocando a baseball. Sul posto è passato il tempo e così cerchi di immaginarti che cosa sta succedendo.  Stai vedendo molti flashback mentre la storia si svolge di fronte a te. Stai vedendo come questo personaggio è arrivato in questo posto e in questo momento ed è divertente perché tutto è lasciato alla fantasia di ognuno. Questo ha stimolato molto la mia fantasia la prima volta che l’ho letto.  Perciò penso che sia sempre divertente –  mi piacciono le cose stimolanti in questo senso.

Stephen Colletti 200x150 Stephen Colletti scala One Tree Hill nella sua serie finaleAX: Qual è il tuo lato del carattere di Chase preferito?

COLLETTI: Mi piace che ci sia un’inconsapevolezza in Chase. E’ uno di quei ragazzi che cerca di essere accettato. E’ tra queste persone glorificate, mentre sono star del NBA, musicisti o altro e lui è solo un gestore di un bar e ama il suo bar. Offre consigli di tanto in tanto e si sente privilegiato di essere tra queste persone, gli piace davvero ascoltare le loro esperienze. Ma c’è un’inconsapevolezza in lui che è divertente, è unica. E’ solo un ragazzo comune in mezzo a personaggi abbastanza interessanti.

AX: Qual era l’atmosfera sul set nell’ultimo giorno?

COLLETTI: Divertente. Era come l’ultimo anno. Ognuno sapeva che lo sarebbe stato, ognuno era felice di essere ritornato e volevamo goderci le esperienze insieme e goderci il privilegio di avere partecipato alla serie negli ultimi nove anni. Così volevamo rispettare i nostri rapporti e divertirci insieme e goderci il lavoro per l’ultima volta.

AX: Stai per realizzare altri progetti?

COLLETTI:  James Lafferty [coprotagonista di ONE TREE HILL] e io abbiamo lavorato a un programma chiamato WILD LIFE. E’ su GENERATION WILD TV, online. Nell’immediato futuro c’è qualcosa alla quale stiamo lavorando. Vogliamo fare un documentario di viaggio, presentare parchi naturali, fare esperienze uniche in tutto il paese. E’ una specie di programma per invogliare le persone a viaggiare un po’ di più, ad andare fuori, a vedere che cosa c’è nel loro cortile, godersi l’aria aperta. Perché penso che ci siano molte persone attratte da ciò, più che dallo stare seduti a casa o navigare su internet. Perciò ora che il programma è avviato ci stiamo lavorando.

AX: Vorresti aggiungere qualcosa su ONE TREE HILL?

COLLETTI: Tra tutti questi vorrei aggiungere altri attori. Sono persone con un gran talento e dividere lo schermo con loro è stato molto divertente. Ognuno ha qualcosa di molto diverso da offrire dalla loro recitazione per quello che apportano ai personaggi e c’è qualcosa di molto intrigante su di loro e mi è piaciuto davvero molto lavorare con loro. Il telefilm ha avuto una buona programmazione. E’ stato bello partecipare alla corsa, arrivare a metà, incontrare tantissimi fan, incontrare persone incredibili a Wilmington, nel North Carolina, dove abbiamo girato il telefilm e avere il privilegio di lavorare sotto al direzione di Mark Schwahn. Per merito suo il telefilm è durato nove anni.

By ABBIE BERNSTEIN

About Sunflower