The Walking Dead dall’ep 2.01 al 2.05: gli zombie son tornati…

The Walking Dead dall’ep 2.01 al 2.05: gli zombie son tornati…

TheWalkingdead 201 WhatLiesAhead PromoPicture 640x250 200x150 The Walking Dead dallep 2.01 al 2.05: gli zombie son tornati...Il mondo sta per finire. Ormai è evidente. Tra futuri infausti e ritorni nel passato, il mondo si sta avvolgendo su se stesso. Forse è l’aria dei Maya e della loro profezia o forse si tratta solo di coincidenze. Ma nonostante questo l’amore alla fine trionferà. La fede ci farà sempre compagnia. L’importante è avere le giuste scorte di preservativi, perchè il mondo starà pure finendo…ma la carne è carne.

No, il nuovo e speriamo gradito collaboratore qui a Telefilm Central non è completamente pazzo. Ma dovendo darvi un quadro delle prime 5 puntate di The Walking Dead stagione due, andate finora in onda su Amc e su Fox in Italia, quelle poche righe iniziali mi sembravano adatte. Ovviamente l’ultima battuta la può cogliere solo chi ha visto le puntate…

Ma partiamo dall’inizio. Voglio scoprire subito le carte. The Walking Dead stagione 1, era visivamente bello, ma povero di contenuti. Seguivamo le vicende dei nostri eroi che cercavano di sfuggire ai morti viventi, ma senza emozionarci troppo. Anzi spesso invendo contro le stupidaggini che commettevano. Questa seconda stagione, vuoi per il cambio di showrunner, vuoi per il maggior numero di episodi a disposizione, sembra aver sistemato la situazione, riequilibrando entrambe le parti. Unendo scene visivamente ben fatte, ad una trama che quando meno te lo aspetti si innalza. Ma soprattutto alla fine di ogni episodio di questa stagione, si chiude con una scena che rimane sospesa e ci lascia in attesa della prossima puntata. Una scena che arriva quasi dal nulla e in un momento di apparente calma e gioia. Il colpo di pistola al figlio dello sceriffo arriva al culmine di una scena modello Bambi, occhi dolci e buoni sentimenti a gogo. La scelta di Shane di sacrificare Otis per salvare se stesso, ma anche la scoperta di zombie segregati nella stalla (gli abitanti della fattoria si vedeva da lontano che nascondevano qualcosa) arriva proprio quando erano pronti ad usare un altro preservativo.

Che è successo in queste prime puntate? Beh i nostri eroi provano ad allontanarsi dalla città e si ritrovano in una sorta di cimitero a cielo aperto di macchine e corpi. Proprio mentre sembra che tutto sia tranquillo, arriva una mandria di zombie, i nostri si nascondono come possono, ma la piccola Sofia scappa nel bosco inseguita da due zombie. Rick si lancia all’inseguimento da buon leader ed eroe. La salva, ma poi la abbandona dicendole che sarebbe tornato a prenderla. La bambina per ragioni misteriose e che al momento appaiono solo legate allo sviluppo della trama, sparisce. Mentre setacciano il bosco trovano un cervo. Il figlio dello sceriffo inebriato dalla magia della natura, viene colpito da un colpo di fucile sparato da un uomo, Otis, il quale vive in una fattoria guidata da un veterinario despota che governa su figle, amici e parenti vari. Il veterinario salva il bambino, ma serve un’operazione e Shane e Otis (mangiato dal rimorso) vanno a cercare un respiratore in un centro medico attualmente ribattezzato Zombie Town. Dopo azioni rocambolesche varie, vediamo tornare il solo Shane, claudicante ma vivo. Mentre Shane, sprecando tutta l’acqua che il veterinario despota aveva preservato, si rasa i capelli, scopriamo che in realtà Shane ha sacrificato Otis, lasciandolo in pasto agli zombie per potersi salvare. I due gruppi provano a convivere e qualcuno si spinge anche oltre (vedi i suddetti preservativi). Ma il Veterinario vede di cattivo occhio questa ciurma indisciplinata e caotica guidata dal nostro sceriffo, che nonostante tutto il sangue dato al figlio continua a organizzare le squadre di ricerca per la piccola Sofia. Mentre Shane, ormai seguace del motto “mors tua vita mea” vorrebbe abbandonarla per ripartire e guidare lui il gruppo. Tra scene che rasentano la follia (come provare a liberare uno zombie da un pozzo d’acqua calandoci dentro una persona) e la riapparizione del vecchio Merle come visione del fratello che ormai è diventato “la puttanella dello sceriffo”, siamo arrivati alla conclusione del quinto episodio.

Il figlio dello Sceriffo sta miracolosamente bene. Il che ci fa dubitare di tutti gli ospedali dove sterilizzano tutto e i dottori fanno anni e anni di specializzazioni per poi sbagliare una vite..

Capiamo che è sempre bene assecondare il vecchi capitan Findus, che non voleva dare a Andrea un fucile in mano, perchè come lo ottiene spara a Daryl di ritorno modello Rambo da una spedizione fallimentare nella foresta (“si è quasi fatto ammazzare per una bambola” Shane docet).

Ah la moglie dello Sceriffo è incinta e molto probabilmente sarà di Shane (Beautiful in arrivo).

Come anticipato, il finale ci lascia con la bocca aperta. Anche se qualche sospetto su questa fattoria, sul suo padre padrone che preferisce non avere questi nuovi sulla sua proprietà, ma in nome della carità cristiana li vuole rimandare tra gli zombie, ci era un pò venuto. Insomma mentre Glenn, arrapato come non mai, è pronto ad usare il preservativo con la contidenella amazzone, figlia del Veterinario, scopre nel fienile un mucchio di zombie chiusi lì dentro…

Che vorrà farci il vecchio Veterinario?

Alla prossima puntata

About rikcristil

Cresciuto a pane, telefilm e cartoni animati, il gusto si è pian piano raffinato, cercando di mescolare delle assolute perle, a dei preziosi scacciapensieri.