Supernatural – 7.07 The Mentalists

Supernatural – 7.07 The Mentalists

supernatural 707 sam dean 640x250 200x150 Supernatural   7.07 The MentalistsE’ sempre difficile recensire un episodio che non ti è piaciuto, perché non si sa mai come cominciare l’articolo e cosa effettivamente dire. Purtroppo “The Mentalists” non mi è piaciuto per nulla, forse per via del fatto che la trama richiama moltissimo quanto già visto nelle prima stagione, quando i fratelli Winchester andavano in giro – in lungo e in largo – per l’America a uccidere i demoni senza avere altri grilli per la testa. Ecco, questo settimo episodio è proprio stand-alone come le puntate della prima stagione, è a sé stante rispetto alla trama principale vista sino ad oggi. Niente informazione sui Leviatani e nemmeno sulla misteriosa fine di Cass che, continuo a ribadirlo, manca un sacco a noi telespettatori.

La prima “pecca” di questa puntata è l’immediata riunione e riappacificazione tra Sam e Dean. I fratelli hanno vissuto lontani solamente per 10 giorni, periodo sul quale non abbiamo avuto modo di ottenere informazioni più approfondite. In “The Mentalist” i fratelli si riuniscono dopo pochi minuti dall’inizio della puntata a Lily Dale, una cittadina che è stata presa di mira da un’entità sovrannaturale. Se avevamo apprezzato la storia di Amy e la crisi tra i due ragazzi, ora non capiamo perché non sia stata approfondita un po’ la distanza tra Sam e Dean ma, al contrario, gli sceneggiatori abbiano deciso di “tagliare corto” con i litigi per tornare alla vecchia routine investigativa.

Comunque tornando alle indagini, Sam e Dean scoprono che dietro alle uccisioni di alcuni “santoni” della città c’è Kate Fox, una delle due sorelle gemelle Fox che hanno vissuto in città molti anni prima. Secondo alcuni gossip, Kate aveva il dono di spostare gli oggetti e per questo, sulla base anche di alcune prove video, i fratelli Winchester decidono di recarsi al cimitero del paese per bruciare i resti della donna e porre fine alla sua vita da fantasma. Peccato che la colpevole degli omicidi non sia Kate, ma sua sorella gemella Margaret. Quando Sam e Dean se ne rendono conto, si imbattono però in una scoperta poco gradita: i resti della donna non sono nella sua bara. Chiaramente Sam e Dean scoprono dove si trovano i resti di Margaret e riescono a bruciarli, non prima però che Sam uccida la persona che aveva collezionato le ossa permettendo queste uccisioni: il proprietario del banco dei pegni del paese. Niente Leviatani dunque in questo episodio ma semplici fantasmi, ossa bruciate e sale “a go go”. Insomma scene e trame già viste, ecco la seconda grande “pecca” di “The Mentalists”.

A fine episodio assistiamo infine alla classica scena tipica della prima stagione ovvero Dean che ottiene i ringraziamenti della donzella di turno, Melanie, la nipote di una delle vittime salvata da una morte certa. Prima di lasciare Lily Dale, Sam decide di riunirsi a Dean ammettendo che suo fratello ha forse fatto bene ad uccidere Amy perché probabilmente i sentimenti per la donna gli hanno impedito di vedere con lucidità la situazione. Prima di lasciare la cittadina Sam chiede però a Dean di non mentirgli più, di smetterla di dirgli sempre che sta bene perché entrambi sanno che non è così. Dean deve smetterla di preoccuparsi di Sam, delle visioni del fratello e al contrario deve cercare di trovare una soluzione ai suoi problemi perché tra i due fratelli è proprio Dean ora a “passarsela peggio”.

Ultima grande “pecca” di questa puntata? La mancanza dell’amatissima Impala: cari sceneggiatori, possiamo riaverla indietro per piacere?

About Mara

Italian girl who loves TV Series, Cinema & the Net Universe :)

One comment

Trackbacks/Pingbacks