Fringe – 4.03 Alone in the World

Fringe – 4.03 Alone in the World

fringe 403 01 200x150 Fringe – 4.03 Alone in the WorldWalter in passato è stato dimesso dal Saint Claire ad una condizione: il direttore dell’istituto deve fargli una visita ogni mese per accertarsi che il suo problema mentale non si aggravi. L’episodio, infatti, comincia con il dottore che fa a Walter domande riguardanti le medicine che assume, il dosaggio di esse e il fatto che nell’ultimo periodo sta coprendo tutte le pareti riflettenti (sa tutto questo perché ci sono agenti che sorvegliano lo scienziato costantemente e gli fanno rapporto). Il dottore ipotizza che Walter veda i fantasmi, ma lui riesce a sviare il sospetto dicendo che sono allucinazioni dovute alle medicine o esperimenti che sta conducendo. E fa tutto questo discorso sempre in presenza della visione di Peter. Dopo poco Broyles va da lui per accertarsi delle sue condizioni poiché ha parlato col dottore che ha espresso qualche preoccupazione. Anche in questo caso Walter dice che va tutto bene, ma continua a sentire la voce di Peter che chiede aiuto e crede sempre più di essere pazzo.

Intanto Olivia parla con Lee, che ormai è a conoscenza di tutto ciò che riguarda la Fringe Division, per assicurarsi che stia bene visto che non è facile rimanere lucidi quando tutto ciò che si conosce del mondo viene stravolto. Il ragazzo dice di stare bene, ma il loro discorso viene interrotto da una chiamata di Broyles: due ragazzini sono stati ritrovati morti in un tunnel. Sono deceduti da poche ore, ma i loro corpi sono in avanzato stato di decomposizione. Indagando sulla scena del crimine Lee scopre che un terzo ragazzo era presente durante la morte degli altri due, così gli agenti cominciano la ricerca. Quando trovano il ragazzo in questione lo portano al laboratorio per accertarsi che non sia stato infettato: sia chiama Aaron e dice che i due ragazzi ora deceduti lo hanno inseguito nel tunnel per picchiarlo, ma poi lui è riuscito a fuggire e non ha visto nient’altro perché là dentro era buio. Suo padre è morto e sua madre viaggia molto per lavoro così è stato affidato a dei vicini. E’ un ragazzo tranquillo, ma ha pochi amici. Walter gli fa un prelievo di sangue e, appena pronti i risultati, lo scienziato dice al ragazzo che può andare a casa perché sta bene, ma Aaron non ha nessuno da cui andare e Walter lo invita a stare ancora un po’ con lui. Questa è l’occasione per raccontare al ragazzo che suo figlio Peter è morto per una malattia, così lui è andato a prendere l’altro Peter nell’other universe, ma che anche quest’altra versione di suo figlio è morta, affogando nel lago Reiden.

A Walter è stato portato in laboratorio solo uno dei due cadaveri, ma lui chiede che gli sia portato anche l’altro perché ha bisogno di analizzarli entrambi. Così, mentre Olivia fringe 403 02 Fringe – 4.03 Alone in the Worlde Lee si recano all’obitorio per recuperare l’altro corpo, Astrid e Walter si accorgono che il cadavere assorbe molto ossigeno e su di esso la muffa cresce velocemente e lo scienziato, capendo che il corpo sta per esplodere rilasciando le sue spore, riesce a riporlo in una incubatrice poco prima che ciò avvenga. Così Walter sostiene che i ragazzi siano stati uccisi da questa strana forma di fungo. A questo punto Astrid avvisa velocemente Olivia per evitare che lei e Lee siano esposti alle spore del cadavere che stanno andando a prendere. I due riescono a salvarsi e, isolata la zona, gli agenti entrano nella stanza con tute adeguate e Walter scopre che il fungo è una mutazione a crescita iperaccelerata del fungo Cordyceps, una specie in grado di rilasciare neurotossine per paralizzare l’ospite, potersi nutrire e rilasciare le spore: un calore molto intenso dovrebbe ucciderli. Quindi gli agenti si recano nel tunnel per uccidere tutti i funghi, ma appena sparata la prima fiamma Aaron comincia a sentirsi male. Walter capisce che le due cose sono collegate e chiama Olivia per dire agli agenti di fermarsi: quell’essere non è un fungo, ma una fitta rete neurale che ha sviluppato con il ragazzo un rapporto neurale basato sul comune senso di isolamento (l’essere soli al mondo) e il collegamento è avvenuto grazie a dei disegni che Aaron ha fatto sui muri del tunnel. Ora bisogna solo capire come spezzare il legame in modo che, uccidendo la rete, non muoia anche Aaron. Ma Walter ha a disposizione poco tempo per arrivare alla soluzione perché la rete si sta espandendo nelle fogne fino a raggiungere molte parti della città ed uccidendo altre persone. Infatti poco dopo Broyles manda Olivia e Lee nel tunnel a somministrare una tossina al “cervello”, ma essa non funziona e Lee viene attaccato dall’essere. Proprio in questi istanti Walter capisce che l’unione tra la rete e Aaron risiede nel lobo prefrontale e nel sistema limbico, cioè la parte del cervello collegata alle emozioni: è il ragazzo stesso che controlla l’essere, quindi Walter parlandogli riesce a convincerlo a spezzare il legame con l’organismo che comincia a morire liberando Lee.

L’episodio si conclude con Walter che, convincendosi sempre più della sua pazzia e avendo paura di essere nuovamente internato, decide di farsi una lobotomiafringe 403 03 Fringe – 4.03 Alone in the World prefrontale, ma Olivia riesce a fermarlo appena in tempo e gli domanda cosa lo ha spinto a fare ciò. Lo scienziato, così, confessa che da diverso tempo ha delle visioni di un giovane uomo e sente la sua voce. A questo punto la ragazza tira fuori lo schizzo di un volto disegnato da lei che Walter riconosce essere la stessa persona delle sue visioni, e gli dice che è già diverso tempo che gli appare in sogno (lo ha anche cercato nel database delle agenzie senza successo). Walter capisce di non essere pazzo e che se una visione è collettiva significa che è reale, quindi devono scoprire chi sia quel ragazzo.

Domande ed appunti finali:

– Walter non si può mai recare sulla scena del crimine, ma è relegato in laboratorio (dove c’è anche una stanza adiacente in cui vive). Così, in ogni indagine, Astrid rappresenta i suoi occhi e le sue orecchie perché si reca nei luoghi con un dispositivo che invia a Walter immagini e suoni.
– Dopo che Walter ha rapito il Peter dell’altra dimensione, il ragazzo è morto affogato nel lago: in questa nuova versione l’Osservatore non lo ha salvato.
– La personalità di Walter è condizionata dall’aver visto il figlio da piccolo morire per due volte. Sarà anche per questo che è stato rinchiuso al Saint Claire?
– Lee si sta integrando perfettamente e lo si vede sia per il fatto che, nonostante ciò che ha scoperto, rimane sempre tranquillo e lucido, sia per come prende seriamente ciò che Walter dice: chiama continuamente l’organismo Gus che è proprio il nome che gli dà Bishop.
– Scopriamo che anche Olivia ha visioni di Peter, però in sogno. Ora lei e Walter lo cercheranno ed inizierà la parte della storia che tutti attendiamo.
– Il glyph code per questo episodio è  REBORN.

About Jessica

Cresciuta fin da piccola con le serie tv, la mia prima e più grande passione è stata Buffy, che amerò sempre come "primo grande amore" e che ha dato il vero e proprio via a questa grande passione telefilmica. Seguo ed ho seguito tantissime serie tv, ma le mie preferite ad ora rimangono, oltre a Buffy, Lost, Battlestar Galactica e Fringe. Nella vita vera invece...