Alias

VirtuAlias si conclude con l’episodio “2.17 La fine”

Trovare il titolo per questo post è stato difficile: “Addio” sembrava troppo tragico; “Arrivederci” è sbagliato, visto che l’esperienza di VirtuAlias rimarrà unica per gran parte di noi; espressioni tipo “Finito” sapevano troppo di compiti…E così abbiamo optato per un classico “Sì chiude”, piuttosto brutale, ma accompagnato sempre da quella carica di nostalgia.

Il primo episodio della serie virtuale è datato gennaio 2007, significa che da allora sono passati già quattro anni, avremmo detto almeno uno in meno. Dal primo episodio abbiamo scritto 11 puntate per la prima serie e 17 per la seconda, per un totale di 28 puntate in 48 mesi e una media di un episodio ogni 1,7 mese. Niente male. Non osiamo pensare a quanti caratteri siano stati spesi.

Dopo aver dato un po’ di numeri passiamo a qualcosa di personale: quando abbiamo cominciato nessuno di noi sapeva come sarebbe finita questa esperienza, e nessuno di noi era consapevole di questo progetto. Era tutto già organizzato: l’iniziativa, splendida peraltro, era già partita quando chi vi sta scrivendo si è unito in corsa al secondo episodio.

Durante i primi mesi, l’intenzione era quella di avere più autori a darsi il cambio nella stesura degli episodi e di lasciare i gruppi di scrittura scoordinati per rendere imprevedibile la serie. Abbiamo scoperto presto, però, che in questo modo non si andava da nessuna parte; e visto anche che, forse per l’impegno, diverse persone hanno abbandonato e nessuno si è più aggiunto agli autori, le solite firme hanno cominciato a pianificare ogni dettaglio della storia per arrivare verso un traguardo sentito e coerente fino a quando, col tempo, sono diventate completamente autonome seppur non contravvenendo alle linee guida del progetto. Per tante ragioni, se non fosse andata in questo modo, VirtuAlias non si sarebbe sviluppato come lo avete letto, e ogni tanto noi ne andiamo fieri.

continua sul blog di VirtuAlias

Comments
To Top