Intervista a Shiri Appleby di Life Unexepected

0 comments, 05/07/2010, by , in Attori, Registi, ecc.

Dopo aver trascorso la sua vita a rimbalzare tra una famiglia adottiva ad un’altra, la quindicenne Lux (Britt Robertson) decide di emanciparsi. Per farlo quindi, deve prima ottenere il permesso dai genitori biologici, il trentenne Nate “Baze” Bazile (Kristoffer Polaha) e la dj della radio locale Cate Cassidy (Shiry Appleby). Ma le cose non vanno come le aveva pianificate Lux, infatti il giudice conferisce la custodia temporanea a Blaze e Cate, entrambi d’accordo nel provare a regalare a Lux la famiglia che merita.

Durante il colloquio con la stampa, la star delle serie tv Shiri Appleby ha parlato del suo personaggio madre di una teenager nel nuovo telefilm della CW “Life UneXpected” .

 

Q: Non hai pensato di essere troppo giovane per questo ruolo, non solo una madre, ma la madre di una teenager?

Shiri: (I produttori esecutivi) Liz [Tigelaar] e Gary [Fleder] chiamarono i miei agenti, all’inizio del casting e dissero, “Questo è quello che noi stiamo pensando. Noi vogliamo trovare un’attrice che appaia molto giovane. Vogliamo raccontare questa storia.” Non ero sicura di fare la scelta giusta, e non volevo sprecare il tempo di nessuno, ma loro erano molto sicuri sulla storia che volevano raccontare. E poi, ho letto la sceneggiatura e capito che la ragazza era esattamente come me.

Ho 30 anni, ma interpreto una ragazza di 32. Ho attraversato la soglia dei miei 30. Potevo realmente, comprendere tutti i problemi di Cate sulla fiducia nelle persone, e come cresciamo e ci assumiamo le nostre responsabilità. All’inizio non pensai realmente a questo ruolo come ruolo di una madre, ma come un personaggio femminile forte. E, è bello aver avuto un’opportunità di interpretare un personaggio che è evoluto così, in queste situazioni che sono complicate.

Q: Pensi che questo show possa aiutare il canale CW?

Shiri: Io penso sia probabile che questo show possa dare alla CW un altra strada per risalire. Questo show ha molto cuore, ed è veramente divertente. I loro altri show sono veramente tremendi , ma penso sia un altro strada. Se loro riusciranno a rendere questo show di successo, penso che avranno un’area nuova ed intera per risalire.

Q: Quando hai girato il pilot, ha trovato delle differenze girando le scene con Kerr Smith e con Kristoffer Polaha? Hanno metodi diversi?

Shiri: Penso che le relazioni siano diverse. Nella mia relazione con Kris, mi trasformo immediatamente in sedicenne. Del tipo, “Questo è il mio ragazzo del liceo, e sono arrabbiata con lui, come lo ero durate il liceo.” Sembra più o meno così. E nelle scene con Kerr, sono invece, “Devo essere matura. Questa è una relazione tra me ed un uomo.”

Q: E’ divertente interpretare entrambi questi lati?

Shiri: Si, perché sono due relazioni separate, differenti. Entrambi i ragazzi sono molto tranquilli. Qualsiasi cosa volessi provare, loro erano con me, così è stato molto facile. Ma, le relazioni tra di loro sono interessanti e radicalmente differenti.

Q: Hai parlato con qualche Dj delle radio, per capire questo ruolo?

Shiri: Ho fatto Loveline alcune volte, e mi piace la radio. Abbiamo fatto un po’ di improvvisazione , ma una volta abbiamo cominciammo a girare, avevamo sette pagine ed è stato tutto molto fluido. È molto facile tra noi.

D: Sei una fan della radio del mattino?

Shiri: Non proprio. Non ascolto la radio più di tanto. Il satellite ha preso il sopravvento. Sono drogata del mio iPod. Ma, ascolto un po ‘di Howard Stern, una volta ogni tanto.

D: Come ti senti per questo show che è stato spostato a metà stagione?

Shiri: E ‘impressionante. Siamo a metà stagione e allora possiamo lasciare che tutti i grandi spettacoli possano uscire per primi. Non saremo in competizione con un sacco di cose. Ci possono mettere in un momento in cui le persone possano davvero prestare attenzione a noi, quando saranno affamati di qualcosa di nuovo. E, penso perché il nostro show è un po’ diverso, sarà di grande aiuto.

D: Guardi qualcosa in TV?

Shiri: Guardo The Biggest Loser e Oprah. Ho 30 anni ora. Non guardo molta TV. È così bello fuori che voglio stare fuori casa.

D: Che cosa fai per mantenerti in forma?

Shiri: Lavoro fuori. Mi piace passeggiare sulla spiaggia o fare escursioni. Lavoro con un allenatore.

D: Sei andata da Los Angeles a New York, e ora sei a Vancouver per questo show. Come ti sei sistemata?

Shiri: È emozionante. Siamo lì per cinque mesi. Mi piace il cambiamento. Britt ed io stiamo dividendo la casa. È davvero divertente. Vancouver è una grande città.

D: Ti senti materna verso Britt?

Shiri: Sì. Lei spezza il cuore. E’la più dolce, ma lei sa di esserlo, ed è molto talentuosa.

D: Le hai dato qualche consiglio?

Shiri: Non so se c’è un consiglio che le sto dando riguardo la recitazione o altro, ma le do consigli sui ragazzi. Come “Che cosa stai facendo con questo? Cosa stai facendo con questo?” Voglio parlare con lei così, e lei mi fa: “Sto bene. Rilassati.” Sto cercando di convincerla ad uscire con Zac Efron, e le mi dice “Va bene, vai via. “. E’ molto matura e ha molto più esperienza di me. E’ così tranquilla. Sono molto fiera di lei.

 

D: Dopo Roswell, sembra che tu abbia provato a mescolare, specialmente nelle cose che hai fatto. Era una decisione consapevole? Stavi cercando alcuni script, o sono arrivati casualmente?

Shiri: Sicuramente, dopo Roswell, volevo solo prendere un po’ di una pausa e fare un sacco di ruoli diversi per capire chi ero. Penso che la recitazione possa essere un ottimo strumento per questo. Sicuramente volevo tornare in televisione, in modo serio. Ho fatto Six Degrees, ho fatto la stagione finale di E.R. e ho fatto due pilot che non sono stati abbastanza fortunati. Ma, in termini di TV, ti rendi conto che è un grande impegno e, dopo aver avuto un così grande successo con Roswell e aver trovato un meraviglioso fan base, mi sentivo come se fosse importante trovare uno show in cui mi potevo trovare e sentirmene orgogliosa. E, questo è qualcosa di cui sono veramente orgogliosa mi sento molto fortunata e grata di farne parte. Così, era solo una questione di trovare qualcosa in cui poter trovarmi, e questa è la storia che sono molto felice di raccontare.

D: Il lavoro è stato coerente per lei come sembra?

Shiri: Ho avuto la fortuna di fare Charlie Wilson’s War e Undertow di David Gordon Green, e fare tutti questi tipi di film. Mi sono anche trasferita a New York, così sono andata avanti e indietro perché ho veramente voluto prendere tempo per capire chi ero, come donna, e capire come crescere. Tutte queste cose che questo personaggio sta vivendo, l’ho dovuto fare anche nella mia vita. Così, ho avuto un buon equilibrio, ma sono stata molto fortunata a continuare a lavorare.

D: Lei sente ancora qualcuno del cast di Roswell?

Shiri: Colin Hanks vive a New York, quindi ci vediamo, una volta ogni tanto. Ma è passato tanto tempo.

D: Essendo nativa della California, come è stato a trasferirsi a New York?

Shiri: Vado avanti e indietro, e credo che entrambe le città si completino a vicenda. LA ha uno stile di vita sano. New York ha uno stile di vita divertente.

D: Hai ancora un tuo posto a Los Angeles?

Shiri: ho la mia casa.

D: Com’è stato crescere in Calabasas?

Shiri: E’ stato davvero bello e davvero sicuro. I miei genitori erano molto presenti. Ero una cheerleader. Mi era stato predetto maggiori probabilità di successo. Sono una persona molto attiva, quindi è stato molto bello.

D: Quando ha saputo allora che voleva fare l’attrice?

Shiri: Recito da quando avevo 3 anni.

D: Ha fatto recite a scuola?

Shiri : No, non ho mai fatto recite scolastiche. Ero sempre al lavoro, professionalmente.

D: Ha posti preferiti per mangiare o fare shopping in Calabasas?

Shiri: Commons Calabasas è buono. Hanno un cinema, tutti i ristoranti e un enorme Barnes & Noble. Non ci vado da un pò. Per essere onesti, quando vado a casa, la mia mamma cucina in modo fenomenale, così non voglio andare da nessuna parte.

D: Cosa cucina per te?

Shiri: Tutta cucina mediterranea, melanzane e ogni tipo di pesce e insalate.

Q: Tua mamma è israeliana, sei mai stata in Israele?

Shiri: Sì. E stata lì fino ai nove anni, così ci sono andata molte volte.

D: Avrai tonnellate di cugini allora.

Shiri: Tonnellate. Restano con me tutto il tempo, a Los Angeles e New York. E’ impressionante. Il paese è sorprendente. E ‘davvero caldo, e mi sento molto connessa a quella parte della mia famiglia.

D: Roswell è in onda lì?

Shiri: Roswell è un grande successo in Israele. E, sono molto emozionata, in attesa di ER che otterranno in seguito. Ma, Roswell era un grande affare. È incredibile che mi possano guardare crescere in televisione.

D: Speri che anche questo show sarà trasmesso lì?

Shiri: Sono sicura che alla fine sarà trasemsso, in pochi anni. E, altrimenti, ci sono sempre i DVD da inviare. La mia famiglia potrò sempre vedere cosa accade.

D: Sei stata cresciuta come osservante?

Shiri: Sono cresciuta conservatrice.

D: Perché le tue origini sono importanti per te?

Shiri: Perché penso che riflettano ciò che sei. La mia famiglia è molto importante per me. E mi ha dato la mia morale, i miei valori e la mia etica.

D: Hai qualche cotta per una celebrità?

Shiri: Carey Grant.

D: Come o quando hai capito di essere cresciuta?

Shiri: Ho saputo di essere cresciuta solo di recente. Quando ho compiuto 30 anni, ho pensato, “Accidenti, devo crescere”. E ‘stato un grande affare.

D: Hai festeggiato?

Shiri: Già. La mia migliore amica mi ha organizzato una grande festa di compleanno. E ‘stato molto bello.

Q: Cosa dovrà affrontare il tuo personaggio, dopo il pilot?

Shiri: Avranno a che fare con molti problemi su come queste persone che, una settimana prima potevano essere più auto-indulgenti, ora devono allevare una figlia. Si tratta di come tutti debbano equilibrare questa situazione. Come Ryan e Baze avranno intenzione di affrontare la concorrenza tra loro due?

D: E, Lux vivrà con Cate e Ryan?

Shiri: Sì. Loro tre vivranno insieme, e Baze sarà da solo. Mi chiedo come tutto questo procederà. Sono davvero curiosa.

Q: Ci sarà un triangolo amoroso?

Shiri: Già. Due ragazzi che sono veramente hot combatteranno per me. Questo è impressionante. Non è un problema.

D: Quanti input hai inserito nello sviluppo del tuo personaggio?

Shiri: Liz è abbastanza talentuosa, ed è ottiene un successo in ogni cosa. Siamo entrambe abbastanza giovani. Finchè io so cosa accade, và tutto bene. Ho davvero fiducia in lei. Non posso immaginare di poter trovare qualcosa di meglio di quello che è venuto con lei. Sa cosa sta facendo. Scrive il dialogo davvero bene. Così, per essere la voce femminile, il suo primo spettacolo, la sente come una opportunità piuttosto impressionante.

D: Quando  è arrivato ( lo show) , eri in cerca di un’altra serie?

Shiri: Già. Ho cercato per un pò, ma non volevo fare solo uno show televisivo. Volevo fare qualcosa di cui fossi veramente orgogliosa e che può collegare, nello stesso modo di Roswell. Avendolo ,come mia prima esperienza, ti rendi conto che può essere potente per le persone, così voglio vivere per questo.

D: A quale beneficenza sei più interessata?

Shiri: Sono molto interessata all’ arte per i bambini perché è stato molto importante per me, crescendo. E, insegnare uno stile di vita sano alla gente è importante per me. La crudeltà sugli animali è importante per me. Ho visto Food, Inc. e sono molto ossessionata con quelle idee ora come ora.

D:Di cosa le persone potrebbero rimanere sorprese nello scoprire qualcosa su di te?

Shiri: Mi sono trasformata in un cuoco pazzo questa estate perché ho avuto l’estate libera, e non ho dovuto pensare a lavorare o a trovare un lavoro. Mi sveglio la notte, leggendo libri di cucina. Ho amato Two Dudes, One Pan, dai ragazzi che gestiscono questo ristorante a Los Angeles, chiamato Animal. E poi, ho letto anche Marcella Hazan, lo chef italiano. E, mi piace cuocere. Cucinare, tutto il giorno. E’ diventata un’ossessione.

About Marta

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>