Fringe – 2.07 Of Human Action

Ed ecco un episodio costruito su un caso che non ci è nuovo: già nella seconda puntata della prima stagione si era parlato di cloni e qui la questione torna ad essere trattata (io adoro questi collegamenti!) come torna attuale il coinvolgimento della Massive Dynamic e di Nina-braccio d’acciaio-Sharp insieme ad essa.

L’episodio tratta di un ragazzino, Tyler, figlio di uno scienziato della MD, che apparentemente viene rapito da due uomini. In realtà, però, è il bambino stesso il responsabile di tutto: egli ha il potere di controllare mentalmente gli altri esseri umani e inscena il suo rapimento per estorcere soldi alla MD e per poter trovare sua madre, su cui il padre ha sempre mentito: quest’ultimo ha dato per morta la donna per molti anni, ma le cose non stanno affatto così.

Anche i nostri agenti vengono coinvolti dal potere del ragazzino (soprattutto Peter che rischia la vita, suscitando molte ansie in Walter che ha paura di perdere nuovamente suo figlio) e sono convinti che esso derivi da alcuni farmaci da lui assunti e trovati tra le cose del padre. Ma poi, con grande sorpresa, veniamo a sapere che i fatti non sono andati assolutamente in questo modo. Infatti, la MD ha creato tanti cloni (quindi tanti Tyler) allo scopo di testare su di loro alcuni prodotti che sviluppassero determinati poteri. E dietro a tutto ciò ci sono la Sharp e Bell in persona.

La madre che un ignaro Tyler cerca nell’episodio, non è altro quindi che una madre surrogato, il cui compito è stato solo quello di partorire il bambino che doveva essere, poi, affidato ad uno scienziato della MD che lo avrebbe cresciuto come se fosse suo figlio.

Insomma, un buon episodio, soprattutto per il twist finale inaspettato. Ma ciò che ci aspettiamo è che il prossimo episodio tratti la mitologia della serie, visto che sarà una puntata che, secondo il piano degli autori, deve trattare la trama orizzontale.

Tags:
Fringe

About Jessica

Cresciuta fin da piccola con le serie tv, la mia prima e più grande passione è stata Buffy, che amerò sempre come "primo grande amore" e che ha dato il vero e proprio via a questa grande passione telefilmica. Seguo ed ho seguito tantissime serie tv, ma le mie preferite ad ora rimangono, oltre a Buffy, Lost, Battlestar Galactica e Fringe. Nella vita vera invece...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>