Un giorno nella vita di Kiefer Sutherland di 24

E’ tornato come Jack Bauer per salvare ancora una volta il mondo. Ma ha tempo per parlare un po’ di più della Stagione 7 di “24″. Con “24″ tornato in onda, abbiamo capito che era ora di incontrarsi con il suo protagonista, il sig. Kiefer Sutherland. Sutherland interpreta Jack Bauer, un bravo agente federale, che trascorre i suoi giorni a neutralizzare minacce terroristiche. Vedremo ogni secondo di tutto questo, un giorno nella vita di Jack Bauer. Ma diavolo, lo sapete già.
Ora siamo in una nuova stagione, con un nuovo presidente, ed una nuova minaccia mentre Jack cerca di reprimere una cospirazione governativa a Washington D.C.
Concedendoci un minuto, Sutherland parla con carlos Delgado di iF Magazine della Stagione 7.

IF Magazine: Ci sono state discussioni per quanto riguarda il recitare in 24 nell’attuale panorama politico? Quando stavate sviluppando la scorsa stagione, Hillary Clinton era data per vincente nei Democratici, ma questo è ovviamente cambiato.
Kiefer Sutherland:
Veramente avremmo dovuto iniziare esattamente con l’inizio delle primarie democratiche. Barack Obama, nessuno sapeva che avrebbe veramente partecipato ed il candidato principale era Hillary Clinton e noi stavamo sviluppando la cosa in base a questo.

IF: Com’è stato lavorare con Cherry Jones come tuo nuovo presidente Allison Taylor?
Sutherland:
Cherry Jones è stata una delle prime attrici con cui sono diventato davvero nervoso a lavorarci insieme perché ho davvero un gran rispetto per lei. Abbiamo girato a passo davvero veloce e quando stai lavorando con qualcuno come Cherry, sai che ci sono molte direzioni verso cui la scena può essere portata. Ricordo la mattina in cui pensavo di sperare di scegliere qualcuno che avrebbe lavorato con lei, e in cui poi mi preparai a lavorare con lei. Quindi è stata una gioia assoluta.
L’altro aspetto della relazione tra i nostri personaggi, è che lei è un perfetto ibrido tra Logan e Palmer. Palmer e Jack Bauer erano partners se vuoi. E Logan era ovviamente l’opposto. [Il Presidente Taylor] non rispetta molte delle cose che Jack Bauer ha fatto, crede in ciò che sta avvenendo nell’investigazione del Senato, ed è anche costretta nel dilemma in cui io mi presento come agente dell’intelligence di cui lei ha fatto richiesta, e quindi deve avere a che fare con me in qualche modo. Quindi è una relazione molto forzata all’inizio, ed è divertente interpretarla e poi si sviluppa mentre lo show prosegue.

IF: Perchè Jack deve continuare a dare prova di se stesso ancora ed ancora alla Casa Bianca?
Sutherland:
La Casa Bianca continua a cambiare come le persone al potere, quindi le richieste di quelle persone continuano a cambiare. Anche qualche fan mi fermò per strada e disse, “Perché non gli danno retta e basta?”. Beh non sarebbe uno show tanto lungo in quel modo. Ma ciò che è interessante sono le nuove relazioni, sia che si tratti di Annie Wersching che interpreta Renee o il personaggio di Cherry Jones, lui deve guadagnarsi quella fiducia perché molte cose di gran parte dell’intelligence che lui mostrerà sono piuttosto straordinarie. Quello che mi piace di questa stagione è che non tutto è accurato. Non ha sempre ragione questa volta. Credo che ci fosse qualcosa che, guardando indietro alle precedenti stagioni, ci era sfuggito. Eravamo così occupati a portare avanti la sceneggiatura che c’eravamo dimenticati che ci sono due direzioni verso le quali puoi andare, e andare indietro ogni tanto non sarebbe così male. Credo che gli sceneggiatori abbiano fatto un gran lavoro in questo senso. Alcuni dei nostri migliori colpi di scena sono usciti da ciò che Jack potrebbe non aver capito o mal interpretato.

IF: Com’è lavorare di nuovo con Carlos Bernard?
Sutherland:
Fantastico. Ovviamente mi preoccupai, probabilmente come chiunque altro quando sentii che sarebbe tornato e gli sceneggiatori spiegarono in che modo e io dissi, “Okay”. Ma averlo indietro come attore, egoisticamente parlando, è stupendo per me.

IF: Aspetta un minuto. Tony praticamente torna indietro dal mondo dei morti, e come ragazzo cattivo per eccellenza, e poi più tardi ritorna come un bravo ragazzo, e tu dici solo okay?
Sutherland:
Beh no, abbiamo dovuto farlo. Abbiamo dovuto accertarci che avrebbe funzionato. Quando abbiamo veramente girato la scena, sembrava buona, ed è stato in quel momento che eravamo tutti d’accordo. Ma non eravamo dell’idea che se non avesse funzionato saremmo tornati sui nostri passi. Ci saremmo fermati, avremmo girato di nuovo la scena, e l’avremmo fatta giusta.

IF: 24 ha ormai raggiunto i suoi 7 anni. Senti che stai per stancarti?
Sutherland:
No. Mi stai chiedendo se sono un tipo sentimentale. Posso dirti che sono competitivo e così anche [il produttore esecutivo] Howard Gordon e lo sono anche tutti gli altri sceneggiatori e [il regista] Jon Cassar e la nostra squadra. Ogni anno cerchiamo di fare una stagione migliore, ma penso che il nostro obiettivo ultimo sia creare una stagione perfetta. Questa è certamente la migliore stagione che credo abbiamo fatto finora. Ma credo che l’abbiamo resa perfetta? No. Tiro fuori molta energia da quel desiderio e così fanno tutti gli altri. Non noto davvero nessun tipo di fatica fino a che non abbiamo finito, e poi puoi forse avere una settimana libera. Generalmente tutti si ammalano perché i loro corpi dicono, “Oh puoi riposarti”, e poi ti ritrovi praticamente sulla schiena. Ma amo farlo. Penso che gli spettatori probabilmente si stancherebbero prima di me.

IF: Cambiamo un attimo direzione e parliamo della vita reale. Cosa pensi della possibilità di uno sciopero degli attori?
Sutherland:
Non è ciò che fa per me in quanto la mia preoccupazione va a quelle migliaia e migliaia di persone che lavorano in squadra in questa città e nel paese che rimarrebbero senza lavoro, sceneggiatori, registi, e attori. Ma colpisce anche ristoranti, lavanderie, tutto. Ma credo che lo Screen Actors Guild abbia il diritto di scioperare contro la nuova tecnologia e varie altre entità? Assolutamente. Quindi tutto ciò in cui posso sperare è che le menti ragionevoli prevarranno in entrambi i lati e che si arrivi ad un accordo perché non penso che avrebbero potuto scegliere un periodo peggiore per essere in questa situazione e quindi spero questo.

About Telefilm Central

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>