13 Reasons Why

13 Reasons Why: il cast difende la serie dalle critiche e parla della seconda stagione

13 Reason Why

Dopo la bufera scatenata dalle critiche, il cast di 13 Reasons Why torna a difendere la serie.

Katherine Langford, interprete di Hannah, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito in un’intervista a TVGuide.com.

“È estremamente interessante ascoltare le diverse opinioni del pubblico” ha affermato entusiasta.

La serie Netflix si concentra su una giovane donna, Hannah Baker, che decide di suicidarsi. Due settimane dopo la sua morte, un compagno di classe, Clay (Dylan Minnette), trova una scatola piena di cassette in cui sono registrati i 13 motivi per cui Hannah ha scelto di togliersi la vita. Ogni nastro è dedicato a una persona che le ha fatto del male. Clay dovrà ascoltare ogni nastro fino alla fine per capire perchè anche lui sia nell’elenco.

In una scena particolarmente forte, vediamo come Hannah si uccida tagliandosi le vene dei polsi nella sua vasca da bagno. Questo ha provocato dibattiti in tutto il mondo. Ha spinto tutti e chiedersi se fosse o no necessaria tanta crudezza.

LEGGI ANCHE:Dylan Minnette e Katherine Langford sulla copertina di EW

13 Reasons Why

“Gli argomenti che stiamo toccando sono davvero molto delicati ma anche molto reali. Credo tutti volessero la massima sincerità da parte nostra” ha dichiarato Minnette. “Io sono completamente d’accordo con quello che abbiamo mostrato. L’obiettivo era avviare una conversazione e questo è esattamente ciò che abbiamo fatto.”

Anche Kate Walsh, interprete della madre di Hannah, ha voluto dire la sua: “Nel mostrare quella scena, abbiamo mostrato l’orrore e il dolore fisico nell’atto del suicidio.” Ha aggiunto infine: “Non esiste un modo per romanticizzarlo.”

Precedentemente anche Tommy Dorfman, interprete di Ryan, e Selena Gomez, produttrice dell’intero progetto, avevano difeso la serie dalle critiche che la vedevano glorificare il suicidio.

Una seconda stagione di 13 Reasons Why è stata confermata ufficialmente da Netflix. Sarà disponibile nel 2018.

LEGGI ANCHE: 13 Reasons Why: 5 ragioni per cui tutti dovrebbero vederlo

I fan si chiedono di cosa parlerà la prossima stagione ma ancora non abbiamo certezze. Sappiamo che si tratterà di un sequel della prima serie, non di qualche salto indietro nel tempo, e che probabilmente ci saranno più narratori. Il produttore Brian Yorkey ha dichiarato: “Hannah ha raccontato la storia dal suo punto di vista, ma almeno altre 12 persone hanno una loro versione dei fatti che noi ancora non conosciamo.”

Minnette ha invece parlato del suo personaggio, Clay. “Mi piacerebbe vederlo tranquillo. Guardarlo superare gli incubi della prima stagione.” Ha poi scherzato: “Una cosa è certa: Clay non avrà più cassette da ascoltare. Non dovrò attaccarmi di nuovo a un walkman!”

Comments
To Top